Han defenestrato il PC!

Di

20141215giuseppez

di Giuseppe Z.

faccinaGASgiuseppezE così, dopo aver pensato che quello veramente cattivo fosse Beppe Grillo, eccoci a ricrederci: quelli davero cattivi sono i dirigenti del Partito Svizzero del Lavoro, che in una bieca operazione notturna hanno espulso il Partito Comunista ticinese dalle loro fila. Hanno espulso il Norberto e la Sonia: da non crederci!

O forse no, perché in realtà il motivo dell’espulsione è proprio il contrario, ovvero la costante politica di potatura del dissenso interno da parte del Partito Comunista ticinese nell’ultimo lustro o più. Anzi, proprio gente come i Crivelli e il Leonardo erano le vittime di questo nuovo corso stalinista, ben rodato.

La tattica è semplice: fai una mozione congressuale, prendi il potere e poi emargini l’avversario interno. Non basta essere un partito da cabina telefonica. Autocelebrazione per i quattro amici entrati nei Consigli comunali, amicizie con le dittature, revisionismo storico, petrodollari di una nazione fallita (che fan sempre comodo), un leggero odore di misoginia. E, chiaramente, espulsioni.

Poi ci si lamenta che qualcuno crea il POP.

Evidentemente ci sarà un motivo se la popolazione della Sinistra massimalista preferisce votare i rappresentanti dell’MPS nel Parlamento di questo Cantone.

Ti potrebbero interessare: