100 occhi sono meglio di 1

Di

20150404mordasini1

di Corrado Mordasini

faccinaGASmordasiniEt voilà, dopo sei anni e una bella paccata di franchi, Lugano ha finalmente la sua rete di videosorveglianza. I cittadini sono contenti, i politici si lustrano il bavero impettiti e felici anche loro per essere riusciti a creare l’ennesima cosa inutile, facendo credere ai cittadini che così saranno più sicuri.

Invece no: sbagliato.

91 telecamere che monitorano 181 mila metri quadri di territorio. In teoria, a Lugano non succederà nulla senza che l’occhio vigile della gendarmeria lo colga. Ma alcune considerazioni logiche vanno fatte.

L’anno scorso, l’Ufficio federale di statistica ha messo Lugano al primo posto fra le città svizzere per quanto riguarda la sicurezza. Leggiamo dal “Giornale del Popolo” del 22 luglio 2014:

“Quello della questione sicurezza è certamente uno dei tasti che i nostri politici amano battere con maggiore frequenza, ma, a guardare le cifre, tanta preoccupazione sembra giustificarsi solamente fino a un certo punto. Infatti Lugano è di gran lunga la Città più sicura del Paese, sia se si guarda al numero dei reati (procapite) sul territorio del Comune polo, sia se si considera l’intera agglomerazione. Le violazioni penali che si sono registrate nel distretto, a fine 2012, ammontavano a 72,8 ogni 1.000 abitanti. Molto meglio anche della seconda città più sicura (San Gallo con 82,3) e a distanze siderali dalle peggiori della classe per questo poco lusinghiero indicatore: Ginevra (155,2), Bienne (159) e Losanna (164,6)”.

Allora… Lugano città più sicura della Svizzera e, se vado di logica, probabilmente anche una delle più sicure del mondo. Ma a certi politici nostrani fa comodo che ce la facciamo addosso, così poi possono pavoneggiarsi per quanto hanno fatto e raccogliere paccate di voti da pavide vecchiette terrorizzate.

Tra l’altro, un recente studio stilato a Londra ci dice che la videosorveglianza non ha praticamente nessun effetto deterrente sul crimine. Anzi, a lungo termine crea frustrazione tra la popolazione, che non vede diminuire i reati nonostante le telecamere.

Una formula perfetta: in realtà non risolvo nulla, ma faccio credere alla gente di fare tanto.
E questo sistema va avanti per sempre con leggeri e continui peggioramenti, perché non si va a vedere a monte del reato, cioè a cercare di capire avviene, ma si continua a reprimere, finché Lugano non sarà più il gioiello che è oggi.

E allora sarà, come al solito, colpa della Sinistra.

Ti potrebbero interessare: