Effetto Expo? Fischia!

Di

20150608t800

di T-800/101

Il presidente di Hotellerie Suisse Ticino, Lorenzo Pianezzi, dichiara a Ticinonews:

“Sebbene vi sia un interesse crescente nei confronti dell’esposizione, non c’è un grande stravolgimento a livello turistico. Se c’è un aumento dei pernottamenti legati ad Expo, si tratta davvero di qualcosa di minimo.

E aggiunge:

“I clienti d’Oltralpe che già solitamente vengono nel nostro Cantone per trascorrere le vacanze, potrebbero prolungare il soggiorno di una o due notti per visitare l’esposizione a Milano.”

Conclusione: si piange perché il famoso “effetto Expo” non c’è.

D’altronde si votò contro i famosi 3 milioni che avrebbero permesso al Ticino di avere forse più visibilità e maggiore indotto in un settore che copre il 10% del PIL ticinese. Insomma, non solo non ci si è mossi per tempo, ma si è anche stati un po’ miopi.

Questi sono in realtà i limiti imprenditoriali del Ticino, che ha molto da imparare dai cugini lombardi, perlomeno dal punto di vista commerciale. La cosa ridicola è, che in nome di un presunto risparmio, ci siamo tagliati le gambe di fronte alla vetrina della pasticceria più grande del mondo.

Un giorno qualcuno dovrà spiegare alla Lega che a volte se investi 1 riesci ricavare 3. Ma forse ora non c’è più il Nano che lo spiega alla sua dirigenza.

Allora i Ticinesi restano lì, come al solito, col naso in mezzo alla faccia e le braccia penzoloni, a chiedersi dove e quando hanno sbagliato.

Ti potrebbero interessare: