L’isola che non c’è: quella di Pierre

Di

20150706scarinci2

di Jacopo Scarinci

faccinaGASscarinciAbbiamo perso Pierre Rusconi, è ufficiale. Il Consigliere nazionale dell’UDC, in vacanza a Rodi (ma tutti all’estero in vacanza? Savoia in Toscana, Rusconi in Grecia… ah già, il cambio…) in uno spassosissimo dialogo con LiberaTv ha proposto che la Svizzera compri un’isola greca perché così colmerebbe una delle sue poche lacune: l’accesso al mare.

Il compiacente intervistatore gli ha fatto una domandona da far tremare i polsi: “Sta scherzando?”. E pare che no, Rusconi non stesse scherzando proprio per niente. Esattamente come quando ha indossato i panni dell’inviato raccontando che no, a Rodi le cose non vanno proprio bene e che, essendo partito da casa portando con sé 800 euro, gli rimangono giusti giusti i soldi per prendere un taxi verso l’aeroporto. Povero Pierre, speriamo che almeno il pesce e la moussakà siano stati di suo gradimento.

Forse il pesce non era freschissimo, forse il solleone straniero (diverso da quello svizzero, sia chiaro) gli ha dato alla testa: fatto sta che ul sciùr Rusconi vuole che si compri un’isola greca per avere un accesso al mare. Noi assieme a una sonora risata ringraziamo. Pensavamo di aver visto tutto. Quanto ci sbagliavamo…

Ti potrebbero interessare: