Sorrisoni davanti all’indecenza

20151016scarinci1a

di Jacopo Scarinci

faccinaGASscarinciDella patetica sfilata di politici nostrani all’inaugurazione dell’Hotel The View a Paradiso abbiamo già scritto giovedì, ma ci tocca tornare sull’argomento e porre qualche domanda.

Cattaneo, Quadri, Schnellmann, Romano, Borradori erano tutti lì a dispensare sorrisoni a onor di telecamere e macchine fotografiche. Non bisogna avere chissà quali capacità per farsi qualche semplice domanda. Tutti questi, che un giorno sì e l’altro pure inveiscono in ordine sparso contro i balivi di Berna, il Consiglio federale, Eveline Widmer-Schlumpf, il Parlamento e gli stranieri non si rendono conto che hanno prestato il loro bel faccino all’ennesima svendita del nostro territorio? Non si rendono conto di come, forse richiamati dal fascino della Hunziker invece che da quello del buon senso, abbiano posto implicitamente la loro approvazione su questo e tutti gli altri progetti che stanno devastando il Cantone?

Il Ticino sta diventando sempre più un blocco unico di cemento. Provate a guardare Paradiso dal parco Ciani e chiedetevi se tutto ciò non sia un’indecenza. Fatevi un giretto ad Ascona o a Brissago e guardate in che allucinanti condizioni versa la montagna. Sarà mai possibile che davanti a questo schifo consiglieri nazionali, presidenti di partito e un sindaco come Borradori siano stati tutti lì a brindare?

Questi politicanti sono della stessa identica fatta di quei Ticinesi che nell’Ottocento pelarono i nostri boschi per vendere legname ai Confederati, esponendo il Cantone a danni alluvionali che furono una delle concause delle migrazioni di “noss gent” in terre forse più ospitali di quello che oggi è il Ticino. E ricordano molto da vicino anche quelli che tra gli Anni Quaranta e i Settanta svendettero le acque dei nostri fiumi alle Partnerwerke. Insomma, siamo ancora a questi livelli?

Forse. Un buon primo passo sarebbe quello di smettere di incolpare sempre gli altri: siamo noi i primi che stiamo devastando il nostro territorio, la nostra natura e il nostro ambiente. In quelle foto scattate al The View c’era l’intera classe politica dirigente che, sorridendo, ha detto: “Uh che bello, continuiamo a cementificare”. I soliti noti ringrazieranno pure, ma è il Ticino che continua e continuerà a perdere.

Volete informazioni supplementari su questo scempio paesaggistico? Guardatevi il bel servizio di “Falò”.

(Foto: M.C., Google)

20151016scarinci1b 20151016scarinci1c 20151016scarinci1d 20151016scarinci1e

Ti potrebbe interessare anche:

Leave a Comment

Sei umano? *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Ti è piaciuto l'articolo? Supporta il GAS

Il pagamento avviene tramite PayPal: se vuoi utilizzare altri sistemi, visita la pagina AIUTA IL GAS. Puoi pagare con PayPal anche se non hai un account, segui le istruzioni sulla pagina di destinazione.

Motivo del pagamento: Donazione per il GAS

Importo da donare: Scorri per selezionare

1 10

Inserisci i tuoi dati

Inserisci il risultato (protezione anti-spam)

1 + 1 =

In attesa di collegamento a Paypal: alcuni browser potrebbero bloccare il popup; se non visualizzi la pagina di Paypal, consenti l'apertura dei PopUp per il nostro sito e aggiorna la pagina o ripeti il pagamento.
Validating payment information...
Waiting for PayPal...