Gerhard Müller da Nördlingen

20151014sportscarinci1

di Jacopo Scarinci

faccinaGASscarinciL’Alzheimer è uno stronzo. Più o meno tutti ne abbiamo avuto almeno un caso in famiglia, tra amici o conoscenti. La famiglia del Bayern Monaco ha comunicato che questa malattia ha colpito uno dei più grandi giocatori della sua storia: Gerd Müller. In 15 anni in Baviera ha vinto tutto quello che poteva vincere, infrangendo ogni tipo di record, mentre in Nazionale è uno dei pochi ad avere più gol segnati che presenze. Chiunque ami il calcio gli deve qualcosa, in termini di affetto, stima e ricordi.

Già, i ricordi. Quelli che Gerd prima o poi non avrà più.

E allora noi per lui continueremo a ricordare quel gol pazzesco fatto fregando come fossero polli Rivera e Albertosi in quella Italia-Germania 4-3 passata alla storia, il pallonetto nella finale della Coppa dei Campioni 1973-1974 vinta contro l’Atletico Madrid e quel Mondiale, giocato in casa sempre nel 1974, vinto da protagonista assoluto e che rimarrà sempre nella memoria di tutti come il Mondiale dove la Nazionale più forte di tutti i tempi, l’Olanda di Johan Cruyff, fu battuta dalla caparbietà teutonica.

Continueremo a ricordarlo per l’incredibile semplicità con la quale la buttava dentro, sempre, da qualsiasi posizione. Era sempre al posto giusto nel momento giusto, mai neanche una frazione di secondo di ritardo, pronto a deviare in porta traiettorie sporche, assist più o meno voluti, palloni che sembravano uscire da flipper impazziti in aree di rigore affollate come la metropolitana di Tokyo all’ora di punta. Quando da ragazzo venne comprato dal Bayern, l’allenatore, il santone croato Zlatko Cajkovski, chiese se era uno scherzo, se davvero avrebbe dovuto far giocare quel “nano” dal baricentro completamente basso se non esistente. Lo svezzò e lo fece diventare un fenomeno.

Noi ricorderemo tutto questo e molto altro ancora su Gerhard Müller da Nördlingen, sempre.

Ti potrebbe interessare anche:

Leave a Comment

Sei umano? *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud