L’exploit di Abate e il soccorso rosso

Di

abatedi Jacopo Scarinci

La riconferma agli Stati di Fabio Abate è figlia dell’exploit dell’uscente locarnese, che è arrivato a un pugno di voti dal favoritissimo Lombardi. Questo è successo perché il “soccorso rosso” tanto evocato dai media è arrivato: Abate torna a Berna grazie al sostegno di molti elettori di Sinistra che, messi di fronte alla concreta possibilità che venisse eletto Ghiggia, hanno scelto il male minore. Male minore che ha confermato come la Sinistra e i suoi militanti siano tornati al centro della scena.

Il risultato ci dice che Fabio Abate e gli elettori di Sinistra superano Lega, UDC, Ghiggia, tutti i voti che gli sono arrivati da frange del PPD e del PLRT, molta stampa e molti portali web come “Liberatv”. A un mese dalle elezioni che hanno visto trionfare la Destra non è un risultato da poco: il partito di maggioranza relativa le ha buscate, uscendo ridimensionato dal confronto a tre.

Questo ballottaggio ci dice che l’armata composta da Lega e UDC è battibile, certo, ma a patto che, però, siano messe in campo idee e alternative degne di questo nome. Filippo Lombardi e Fabio Abate lo sono stati, e partendo da questo dato PLRT, PPD e PS devono fare il percorso inverso della Lega: creare una forte alternativa anche a livello di proposta politica, non solo coi volti noti e macina preferenze come in questo caso.

Sempre che, soprattutto al fronte borghese, interessi sul serio.

Ti potrebbero interessare: