Sei perle imperdibili delle partite del weekend

Di Jacopo Scarinci

Calciodi Jacopo Scarinci

Wayne Rooney, capitano del Manchester United più brutto degli ultimi vent’anni, ha detto una cosa talmente banale che è al limite del rivoluzionario: è inutile incolpare l’allenatore (il santone olandese Van Gaal, uno a cui il mondo dovrebbe lustrare le scarpe) e metterlo sulla graticola ogni domenica se non fa risultato, perché sono i giocatori ad andare in campo. Chapeau.

A furia di far battute sull’Inter alla fine i nerazzurri hanno deciso di suicidarsi da soli, abdicando per manifesta inferiorità raccogliendo la miseria di 5 punti sugli ultimi 18 disponibili. Il derby di ieri, che ha costretto il tifoso milanista a santificare Alex e Bacca dopo aver visto Maldini, Inzaghi e Shevchenko, ha dimostrato che l’Inter, oltre alle lagne di Mancini, è veramente poca cosa.

A proposito di lagne. Dopo aver rotto le palle all’universo mondo sul “finocchio” dettogli da Sarri, e aver ribadito che per l’allenatore del Napoli non c’è posto nel mondo del calcio, dopo l’espulsione di ieri Mancini ha lasciato il campo mostrando il medio ai tifosi milanisti: la coerenza fatta a lord.

In tutta la meraviglia che ha accompagnato il derby di ieri sera dominato dal Milan, vince di prepotenza la pacata esultanza del leader leghista Matteo Salvini al rigore sbagliato da Icardi. Buona visione: http://video.repubblica.it/sport/milan-inter-icardi-sbaglia-rigore-salvini-fa-il-gesto-dell-ombrello/226897/226185?ref=HRESS-1

John Terry, capitano e simbolo sia del Chelsea sia delle mogli dei suoi ex compagni di squadra nel frattempo andati via cornuti e mazziati da Stamford Bridge, non rinnoverà il contratto coi Blues. Sì, va bene, è una legge della vita: chi è più vecchio di te, invecchia più di te. Ma io sono di quelli cresciuti con Gerrard e Carragher a Liverpool, Lampard e Terry al Chelsea, Scholes e Giggs al Manchester United. Da giugno non ci sarà più nessuno. E anche la mia stempiatura è iniziata.

Stoccarda-Amburgo è forse stata la partita più divertente di questa stagione di calcio tedesco: zero tattica, zero schemi, tanto cuore, tanta corsa, vaccate difensive immonde, errori sotto porta da calcetto dei bambini e cialtroneria a non finire. Per la cronaca ha vinto lo Stoccarda, ma nel mio cuore hanno trionfato entrambe.

Ti potrebbero interessare: