Jacques Ducry: “Il discorso d’area a sinistra va avanti”

Ducry e Zaninidella Redazione

È un Jacques Ducry soddisfatto quello da noi raggiunto per un commento a caldo sul voto a Lugano che l’ha visto arrivare, “come previsto”, non molto distante dalla rieletta Cristina Zanini Barzaghi. “Quello che mi ha stupito in senso positivo è l’aumentare del 3% dei voti dalle schede ai voti finali, sono contento perché vuol dire che ho portato il mio contributo all’area di sinistra. Aspettiamo di vedere il risultato del Consiglio comunale per vedere quali prospettive si apriranno”.

Ciò che ha stupito per primo lo stesso Ducry sono stati i voti interni al PS, “1’337 voti sono veramente tanti per un candidato indipendente come me. Significano fiducia nelle battaglie e stima personale, nonché un grande auspicio affinché questo risultato di Lugano sia un inizio per un discorso d’area in tutto il cantone”.

L’asticella che Ducry ci aveva detto aver messo (“minimo minimo”) era al 15% e “contando che il raddoppio era un miraggio e i sondaggi davano il PS al 13%” il gran consigliere conclude che “ci siamo tutto sommato difesi bene”.

La chiusura la dedica al lavoro che aspetta tutta l’area della sinistra luganese, ribadendo come “solo mettendo in evidenza con forza la nostra differenza verso gli altri possiamo fare vera opposizione”.

Ti potrebbe interessare anche:

Leave a Comment

Sei umano? *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud