Bertoli rincoglionito e decerebrato

quadri 3di Corrado Mordasini

No insulti? No party! Non ce l’abbiamo fatta a non parafrasare la famosa pubblicità di un noto aperitivo. Un George Clooney tutto piacione arrivava a una festa senza l’aperò e i convenuti gli sbattevano la porta in faccia.

A prendere porte in faccia sono oggi invece tutti i fresconi che, soprattutto dalle colonne dei blog del mattinonline e di Lorenzo Quadri, insultavano il ministro Bertoli neanche tanto velatamente. Il Mattino della Domenica, invece di tacere, attacca nuovamente Bertoli, chiedendosi se non abbia niente di meglio da fare.

Il Ministro Bertoli sta intasando la Ma­gistratura con denunce a frotte contro diversi cittadini ticinesi utenti di Face­book. La loro gravissima colpa? Aver postato, sui loro profili o altrove, com­menti sul kompagno Manuele”.

Bertoli, da noi sentito, conferma che le querele riguardano unicamente post con contenuti insultanti o diffamanti, e ribadisce di essere sempre aperto al confronto, purché questo sia civile e ragionevole. Nonostante ciò che farnetica pateticamente il Mattino, nemmeno Bertoli può querelare qualcuno solo perché a favore del voto del 9 febbraio. Per essere querelato devi dare a uno dello stronzo o del pirla. Punto. Chiaramente il Mattino si esime dal qualificare il tipo di post che sono stati sottoposti a querela, volete degli esempi? Voilà:

– Rincoglionito, apri gli occhi!…Ops!

– Bertolrincoglionito, non ti è ancora chiaro che la Svizzera non è in Europa?

– Per quelli come te dovrebbero riaprire i gulag e rinchiudervi senza più possibilità di uscita!

– Decerebrato!

– Ma vai a suonare la tua pianola, Ebete.

– Tienili a casa tua rimbambito

– È solo un poveretto che vuole mettersi in mostra con una pensione da grande invalido, da fare invidia a un direttore di banca.

– Asan drizaa in pee e sguerc.

– Ue, chel vaga a cagaa.

– Mantienili tu…a casa tua però, pirla!

– Bertoli: guarda figliolo, una testa di cazzo!

– Bertoli TAC, sei un coglione!

– Per favore, un po’ di civiltà verso una…carogna.

– Il mio pensiero su Burtoli in una sola parola: crepa!

Bertoli mica sta li a smacchiare i giaguari, e dichiara:

“Da qualche mese querelo sistematicamente gli insulti (non le critiche ovviamente) che mi vengono dispensati via social media. Querelati sono gli autori degli insulti e i responsabili dei siti in questione. È diritto di chiunque farlo, quindi anche mio”. “Il Mattino di ieri sembra se ne sia stupito, ma è strano, visto che diversi insulti sono apparsi proprio sul sito mattinonline. Le querele mi portano via pochissimo tempo, ma farei volentieri a meno di inoltrarle al Ministero pubblico qualora gli insulti cessassero. Riprendendo un noto slogan pubblicitario “No insulti, no querele”. È tanto semplice”.

Siccome le querele riguardano sia chi posta gli insulti sia chi permette la pubblicazione sul suo sito, Boris Bignasca, direttore del mattinonline, ne deve avere ricevute una bella valanga.

Ci chiediamo: sarà un caso che i post sulla pagina Facebook del mattinonline dal 20 luglio di quest’anno siano scomparsi in blocco e, magicamente, sono ricominciati solo il 24 agosto? Un po’ tardi per tirare i remi in barca, anche se crediamo che da oggi i commenti sotto le colonne del mattinonline saranno più all’acqua di rose.

Ti potrebbe interessare anche:

Commenti da Facebook

  • Anche “pirla” è da denuncia? Questa mi giunge nuova, che pirla che sono… mo vado ad autodenunciarmi.

  • Alessandro

    Circa 25 anni fa, Giorgio Canonica dei Verdi fu condannato per diffamazione per avere dato del “cialtrone” a Maurizio Ghini del Met. Il giudice, del quale ho dimenticato il nome, disse a Canonica testualmente che se al posto di cialtrone, avesse dato del ciarlatano a Ghini, non sarebbe stato condannato.
    A volte basta avere un linguaggio piu’ erudito per vincere una causa. Insomma, “pirla” e’ decisamente perdente, mentre “pistola” avrebbe avuto qualche chance, pero’ “allocco” lo darei per vincente di due lunghezze.
    Ecco, diro’ a Bignaschetto e Quadretto: “Ma astenetevi dall’esprimervi, allocchi farlocchi!”
    Oh come sono infastidito, tanto che mi trema il mignolo mentre bevo il te’. Oh santa papera, come sono contrariato… persino la cerniera del mio borsello si e’ inceppata…
    Ma dai vuoi mettere poter grezzamente dare del pirla senza che il coglione di turno ti debba per forza denunciare.
    Detto cio’, Bertoli fa bene, a tutto c’e’ un limite.

  • Victor

    Il celebre “capra!” di Sgarbi nacque proprio perché il critico italiano scoprì che l’accostamento al simpatico ovino non costituiva reato, mentre l’accostamento ai suini sì e questo gli era già costato parecchi soldi in risarcimento danni morali…

Leave a Comment

Sei umano? *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud