Ma che sono ‘ste braccia nere?

Di Redazione

C’è un nuovo fenomeno social in Ticino, ed è la corsa a postare strane braccia di plastica nere con scritto “Mani in alto” che si stanno rinvenendo in giro da ieri. La notizia è riportata anche dalla RSI sul proprio sito: http://www.rsi.ch/news/ticino-e-grigioni-e-insubria/Il-mistero-delle-braccia-nere-7983563.html.

Questa mattina ne sono state trovate alcune presso un paio di fontane a Chiasso, mentre un’altra è stata rinvenuta addirittura nel Verbano, a Locarno. Resta il mistero sul motivo. Uno dei primi sospetti è che sia un’azione coordinata dai No Borders, particolarmente attivi nei giorni scorsi dalle parti di Chiasso, magari in collaborazione con persone attive nel sociale: il Mendrisiotto nelle recenti settimane è stato confrontato con la questione dell’apertura del Centro di accoglienza a Rancate. Se così fosse sarebbe veramente una ventata di aria fresca e che riporterebbe al centro del dibattito la questione dei diritti dei migranti in fuga dalle guerre.

Ma questa non è l’unica ipotesi sul banco. C’è chi sostiene che tutto sia collegato al lancio del nuovo iPhone7, o chi come Ticinonews pensa addirittura a un’iniziativa di marketing di qualche azienda. Insomma, pur sapendone niente o poco queste braccia stanno facendo discutere sui social moltissimi ticinesi. La RSI riporta di alcuni utenti che credono ci siano di mezzo un colpo di Stato, delle rivendicazioni sindacali o qualcosa in sostegno della polizia.

Fantasia al potere o è qualcosa di serio? Intanto ecco una gallery delle foto trovate su Facebook.

2 3 4 5 6 7 1

Ti potrebbero interessare: