“Caro Beltra ti scrivo”

Di Redazione

Caro Beltra ti scrivo,

oggi, per l’ennesima volta, sono andata dal medico. Sempre per dei problemi respiratori. Sai quando non riesci a dormire perchè hai un macigno che ti preme sul petto o quando anche solo una scalinata ti mette a ko perchè non hai più fiato? Ecco.
Balerna, studio medico, interno giorno: quattro pazienti in attesa. TUTTI con problemi alle vie respiratorie. Due anziani e due di mezza età Esce un ragazzo da una visita e porta con se un inalatore. Giovane, troppo giovane per avere questo tipo problemi. Entro a fare la visita, e mi viene detto che la mia capacità respiratoria ormai è una barzelletta.
Bisogna fare un salto di qualità, bisogna prendere il cortisone. Entusiasta mi chiedo fino a quando. Mi rispondono che ormai fino alla primavera non andrà che a peggiorare, perchè si sa, d’inverno, con il secco, si boccheggia.
E poi mi sei venuto in mente tu caro Beltra. Tu che so che non appoggerai le misure anti-smog proposte dal nostro Ministro dell’ambiente. Tu che dichiari che moriamo, ma poco. Tu che non sai che cosa sia l’ozono. Tu che alla fine ci esorti a non fumare in auto.
Ecco, mi sei venuto in mente tu e mi sono incazzata.

Caro Beltra, visto che curare solo i sintomi e non la causa (!!) costerà ben 70 fr. al mese, secondo la posologia indicatami, e, visto e considerato che te ne freghi altamente dei problemi sanitari del mendrisiotto, penso proprio che ti invierò mensilmente fattura di quanto un cittadino deve pagare per respirare l’aria che tu ti rifiuti di aiutare con delle misure adeguate.
Beltraminelli, tu sei un ingegnere. Non un medico. Fatti consigliare dal Dott. Cavalli per esempio, che ha dichiarato non molto tempo fa, che nel mendrisiotto l’inquinamento è un grande problema sanitario. O fatti consigliare da tutti quei medici, anche non momo’, che durante la campagna per il Sì alla tassa di collegamento, hanno rilasciato dichiarazioni in questo senso.

Davvero Paolo, (posso darti del tu?) spero che un giorno ti sveglierai e ti accorgerai di essere il Ministro della salute e agirai di conseguenza. Con coscienza e rapidità.
Te lo chiede la gente come me, che a 40 si ritrova a vivere con l’inalatore nella borsetta come fosse un rossetto.

Non è bello.

Ti prego di pensarci.

Cordialmente.

La Elli Lux

Ti potrebbero interessare: