Grazie, caro anonimo

Di

Caro anonimo ti ringraziamo. Venerdì hai preso una busta, ci hai infilato 100 franchi e senza scrivere nulla l’hai inviata all’indirizzo di GAS. Molte persone ci aiutano e ci hanno aiutati, anche con somme importanti. Gente che crede in noi e in quello che facciamo. Una bella ipoteca quando fai questo lavoro. Dobbiamo rispondere non ai poteri forti, ma ai nostri lettori, che sono giustamente esigenti.

Quei soldi ci permettono di avere un prodotto professionale, serio e sempre aggiornato. Quei 100 franchi sono però importanti per un motivo. Li hai mandati tu che, evidentemente, non puoi scoprirti e non puoi esprimere simpatia per un’iniziativa che da molti è ritenuta sovversiva. Sei una persona sensibile che però lavora in un ambito sensibile, oppure hai paura di ripercussioni.

Per questo il tuo gesto diventa importante, caro anonimo o cara anonima, ci racconta che là fuori ci sono persone che la pensano come noi ma non possono dirlo apertamente, ci racconta che il sostegno che riceviamo è trasversale, che è disposto a investire. Perché quei soldi li stai investendo, per il tuo futuro e il nostro, perché credi che il nostro progetto possa crescere ed avere un peso.

Grazie anonimo o anonima. Sono anche i gesti come i tuoi che ci fanno avere l’entusiasmo per proseguire in questo cammino. A volte faticoso e duro, ma anche fantastico e pieno di soddisfazioni.

Ti potrebbero interessare: