web analytics

Il Bamby

(AVVERTENZA: questo è un articolo finto-sessista, è una roba per ridere, eh. E comunque a casa nostra è mio marito che lo ha voluto con tutte le forze. Gliel’ho concesso io!)

La sfida della modernità, in un tempo dissimile da tutti quelli sino ad ora vissuti, ci mette alla prova duramente, costringendoci a cambiare le nostre visioni, aggiornandole costantemente alla luce di una complessità che non si può banalizzare.

Ma parliamo di cose futili.

Eppure all’ordine del giorno.

Caro uomo, tu che sei cresciuto con la cosa del “sesso forte”.

Tu che hai portato sempre sulle spalle l’idea di “capofamiglia”.

Tu, che col tuo duro lavoro hai sempre pensato a LEI nell’intento di poterle donare, talora, un pensiero per ciò che LEI rappresenta per te: un gioiello ambito, una borsa alla moda, un viaggio…

Caro uomo, tu ora non sei nessuno.

C’è il Bamby e ti senti legato come un salame.

Se una volta lei ti faceva gli occhioni davanti alla vetrina con l’anello di Bulgaro o il bracciale di Tafani, oggi ti si siede subdolamente accanto dopocena, ed ancor più subdolamente comincia: buona la zuppa di stasera, eh? Ci ho messo due ore a farla: col Bamby in dieci minuti era pronta e risparmiavo un sacco di tempo! Fa delle zuppe e creme buonissime, sai, il Bamby!

Tu allunghi la mano disperato con le orecchie già tappate, come uno che sta annegando, a caccia del telecomando. Lei lo spinge leggermente più in là. Quel “leggermente”che ti impedisce di prenderlo per pochissimo col mignolo, e fa: l’altra sera sono stata a quella dimostrazione a casa della Titti. Col Bamby hanno fatto un risotto, sei centrifugati, il pesce al vapore, la torta al cioccolato, la crema di avocado, la marmellata di trippa, il salmì di topo, la julienne di scarpe e il savarin con le triglie CONTEMPORANEAMENTE!

Ed era tutto buonissimo, ecco perché poi arrivata a casa non ti ho fatto niente: ero pienissima!

E ti lancia sguardi languidi, come se quel tempo avanzato grazie al Bamby lo potesse passare rotolandosi con te tra le coperte, vestita di pizzi.

E tu inizi a pensarci. Seriamente.

In fondo che sarà mai? Al posto della collana a Natale le regali quella diavoleria e siamo a posto. Ci guadagni anche. Cibo gourmet tutti i giorni e sesso come aperitivo nel tempo risparmiato!

E invece: PRIMO. Scopri che il Bamby ti costa come un lifting di Berlusconi;

SECONDO. Ti rendi conto che il Bamby è roba da casalinghe ricche che non sanno fare nemmeno un uovo e solo in tal modo ci riescono (A FARE L’UOVO E STOP);

TERZO. Ora che ci pensi, ‘sta cosa del “risparmiare tempo” non ti quadra. Lei è a casa tutto il giorno, ha una che le stira, quella dei mestieri bisettimanali: niente cani, niente figli…parrucchiere ogni sei giorni, ritocco delle extension alle ciglia ogni tre settimane, colore dal parru ogni mese…e poi dice che si annoia, certi giorni. Checcavolo le frega risparmiar tempo in cucina???

QUARTO. Rischi che la tua lei divenga poi una promotrice dell’attrezzo infernale succitato e convochi amiche e compari a serate esplicative in cui TU –altrochè sesso- sarai relegato in camera a fare le parole crociate. Perché la tele in camera no, non l’hai mai voluta, pirla.

Ma alla fine lo prendete.

E non ne prendete uno modello base o uno usato “che vediamo poi se è utile davvero”.

No: i di lei occhi da cerbiatta ti indirizzano sull’ultima uscita, quello che ha le memory stick in cui ci sono tutte le ricette dell’universo noto e sconosciuto che lei potrà realizzare (non importa se odi la cucina thai, quella vietnamita, quella giapponese, quella africana, malgascia, texana, finlandese, indonesiana, francese, tedesca e polacca, LUI LE FA TUTTE)

E così addio tredicesima: adottate un Bamby. Che lei ne parla in giro come se veramente fosse un figliolo.

Maionese fatta in casa, qualche zuppetta di verdura, pesce lesso, minestrina.

Noooo, dal Bamby lei non tirerà mai fuori il trionfo di selvaggina coi suoi quarantadue contorni e nemmeno una torta Saint Honorè.

No. Perché mangiar pesante fa male, e col Bamby ci faccio un passato di Merdure “e lo programmo verso le 21, così dall’aperitivo con le amiche posso tornare un po’ più tardi.”

Lei vestita di pizzi che si rotola con te come piccante aperitivo resterà un mito, come l’araba fenice o il Preonzo in Champions League.

Il Bamby lo usano bene in otto, sulla faccia di tutta la terra. E ci lavorano dietro, parecchio, perché IL BAMBY CHIEDE. E lo fa come ogni elettrodomestico che fa funzionare un ingranaggio, ma gli ingredienti bisogna metterceli, bisogna pesarli, bisogna avere la fantasia di cosa cucinare e la voglia di digerirlo, bisogna andare a fare la spesa. E se è verdura, lavarla bene.

Caro uomo, la prossima volta pensa seriamente ad una cuoca che viva sotto lo stesso vostro tetto.

Magari anche gnocca, chè le corna non sia mai, ma almeno il belvedere è garantito.

Ti potrebbe interessare anche:

Leave a Comment

Sei umano? *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Ti è piaciuto l'articolo? Supporta il GAS

Il pagamento avviene tramite PayPal: se vuoi utilizzare altri sistemi, visita la pagina AIUTA IL GAS. Puoi pagare con PayPal anche se non hai un account, segui le istruzioni sulla pagina di destinazione.

Motivo del pagamento: Donazione per il GAS

Importo da donare: Scorri per selezionare

1 10

Inserisci i tuoi dati

Inserisci il risultato (protezione anti-spam)

3 + 7 =

In attesa di collegamento a Paypal: alcuni browser potrebbero bloccare il popup; se non visualizzi la pagina di Paypal, consenti l'apertura dei PopUp per il nostro sito e aggiorna la pagina o ripeti il pagamento.
Validating payment information...
Waiting for PayPal...