REC

Il cinema spagnolo mi piace assai: cinico, smaliziato. Spesso duro e crudo quando tratta temi quali l’amore o la sessualità. Immaginate quale effetto possano avere queste caratteristiche in un film dell’orrore…

I registi spagnoli Paco Plaza e Jaume Balaguerò firmano una pellicola da cardiopalma: “Rec – la paura in diretta”. Siamo nella caserma dei pompieri di Barcellona. E’ sera. Una tivù privata locale, intenzionata a realizzare un documentario sui picchetti notturni dei vigili del fuoco, è sul posto con un cameraman ed una giovane reporter. Il cameraman sta inquadrando la collega, mezzo busto. Le riprese hanno inizio. La giornalista apre il reportage con un saluto e qualche parola introduttiva. Auspica una notte d’azione. Spera insomma che il centralino della caserma riceva qualche richiesta d’intervento, altrimenti l’intero documentario si ridurrebbe ad una visita guidata della caserma, senza particolari emozioni. “Qui c’è la mensa, lì invece la palestra; ora vediamo dove i pompieri schiacciano un sonnellino…” No, non basta. Ci vuole un’emergenza, serve una chiamata!

La chiamata arriva… Eccome se arriva. Non si tratta del classico gattino che non riesce a scendere dall’albero. In città è accaduto un fatto che si rivelerà sconvolgente. Inizialmente si parla soltanto di una richiesta d’intervento per soccorrere una persona. Una squadra di pompieri si prepara rapidamente e si mette in strada; con loro i due reporter. Giungono sul posto: il palazzo numero 34 della “Rambla de Catalunya”. Un’anziana signora si è barricata nel suo appartamento all’ultimo piano. Ad aver chiamato i vigili sono stati i vicini, che hanno sentito urla strazianti e sono preoccupati. Sono anche molto curiosi e si trovano tutti quanti nell’atrio con gli occhioni spalancati e le orecchie lunghe. La giornalista si rivolge al cameraman: “Riprendi tutto!”. E così sarà…

Quando i pompieri abbattono la porta dell’appartamento, si trovano di fronte ad una persona apparentemente indemoniata: l’anziana sembra una bestia rabbiosa, con la vestaglia sporca di sangue e l’espressione di un felino che sta per attaccare la sua preda. Si nota subito che è in possesso di una forza fisica innaturale per una donna della sua età.

Ma che diavolo sta succedendo? Se lo chiedono i pompieri, se lo chiedono i due reporter e i poliziotti giunti sul posto. Beh, cosa stia succedendo in quella palazzina di Barcellona, lo si scopre nel corso del film. Che incubo! “Rec” è uno dei film più brutali che mi è capitato di guardare negli ultimi mesi. Ma “brutale” è riduttivo per una pellicola di grande effetto e indubbia qualità cinematografica.

Ancora una volta la tecnica della soggettiva documentaristica, che ci mostra il film attraverso le riprese di un unico cameraman, che è pure protagonista della vicenda, si rivela pagante come in “Blair Witch Project” o “Cloverfield”. In “Rec” vi è una sequenza ininterrotta di 20 minuti, ma non ci si accorge assolutamente, tanto elevati sono il ritmo della storia e il coinvolgimento.

ATTENZIONE: questo film pluripremiato è stato realizzato nel 2007 e pochi mesi più tardi una grossa casa di produzione degli Stati Uniti ha acquistato i diritti e si è messa al lavoro per realizzare un remake. Un remake “shot for shot”, ovvero uguale identico alla pellicola originale.Non voglio nemmeno dirvi il titolo che è stato dato alla produzione americana perché rivela decisamente troppo della trama! In ogni caso, diffidate delle imitazioni!

Ti potrebbe interessare anche:

Leave a Comment

Sei umano? *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Ti è piaciuto l'articolo? Supporta il GAS

Il pagamento avviene tramite PayPal: se vuoi utilizzare altri sistemi, visita la pagina AIUTA IL GAS. Puoi pagare con PayPal anche se non hai un account, segui le istruzioni sulla pagina di destinazione.

Motivo del pagamento: Donazione per il GAS

Importo da donare: Scorri per selezionare

1 10

Inserisci i tuoi dati

Inserisci il risultato (protezione anti-spam)

3 + 9 =

In attesa di collegamento a Paypal: alcuni browser potrebbero bloccare il popup; se non visualizzi la pagina di Paypal, consenti l'apertura dei PopUp per il nostro sito e aggiorna la pagina o ripeti il pagamento.
Validating payment information...
Waiting for PayPal...