Gli auguri del GAS

Eccoci giunti al Natale, al momento degli auguri e dei doni. È giunto il momento anche per noi del Gas di dedicare alcune righe per augurare ai nostri lettori, ai soci e ai collaboratori di trascorrere le feste in serenità e in armonia. E invece no.

No, perché non è quello per cui siamo quel che siamo. Perché non è quello che ci ha portato ad avere fino a oltre 30.000 contatti mensili. Non vi abbiamo mai addolcito la pillola di fronte alle bordate leghiste o all’ascesa di Trump, non abbiamo nascosto nulla della sofferenza dei migranti e dell’orrore della guerra siriana. Siamo stati caustici, incazzati e realisti fino a ieri. Addolcirci oggi sarebbe quasi irrispettoso verso chi ci segue e ipocrita. Ma un po’ di Natale ve lo vogliamo lasciare. Ve lo ricordate il Canto di Natale di Dickens? I tre fantasmi che vengono a visitare Scrooge e a redimerlo dal suo cuore di pietra? Senza pietà mostrano a Scrooge ciò che è stato, cosa sta succedendo e cosa sarà. Eccolo il Gas, che entra quotidianamente nelle vostre bacheche, nei pc e negli smartphone buttandovi addosso anche quello che dà fastidio. Lo abbiamo fatto tutti i giorni, lo facciamo oggi e lo faremo in futuro. Perché a noi di avere degli Scrooge avidi e indifferenti che ci leggono non interessa. Perché per noi ogni giorno è una vigilia dove lavorare affinché sempre più Scrooge si sveglino il giorno dopo persone nuove.

Alla fine sembriamo brutti e cattivi, ma quello che ci muove ogni giorno è l’idea che sia Natale tutto l’anno. Auguri.

Ti potrebbe interessare anche:

Commenti da Facebook

Leave a Comment

Sei umano? *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud