L’avvento dei biscotti – Sablé al cioccolato

Ci sono molte cose che fanno il Natale: gli alberi, le luci, i mercatini, i maledetti Babbi Natale appesi ai balconi che confondono i bambini (“ma quindi mamma qual è il vero Babbo Natale?” … e tu che devi spiegare che solo quello della Coca-Cola è il vero Babbo Natale).

Secondo me, però, nulla fa Natale quanto i biscotti.

Quando ero piccola il mio momento preferito di dicembre era quando con mia mamma andavamo alla Coop davanti a casa e sceglievamo gli impasti dei biscotti. Ce n’erano moltissimi, avevo quella sensazione di essere a Disneyland e non sapere quale attrazione scegliere per prima. Si trattava di quei mattoni di pasta di biscotto dura come non so cosa che si faceva fatica a stendere – la mamma infatti era quella forzuta, che stendeva l’impasto con il mattarello, e io ero l’incaricata delle formine, ma anche con quelle ci voleva una discreta forza – i cui gusti erano riconoscibili per colore: quelli scuri, qualunque variante fossero, sapevano di un generalista gusto cioccolatoso; quelli chiari invece, che fossero alla vaniglia, alla cannella o semplici milanesini, avevano quel senso burroso buonissimo ma che se ne mangiavo quattro di seguito finivo per non poterli vedere per tre giorni (così intanto il resto della famiglia se li finiva e rimanevo a becco asciutto già attorno al 15 dicembre).

Una volta cresciuta i biscotti hanno continuato a rappresentare per me il momento natalizio più bello, però mi sono imposta l’impegno di farli da me e ho iniziato una lunga ricerca di ricette buone e soprattutto dai gusti particolari.

Dopo quasi una decade di serio e preciso impegno, in questo dicembre desidero condividere con il mondo le ricette che ho trovato: le prime tre saranno grandi classici che uso ormai da anni, la quarta una novità che farò provare per la prima volta a miei affezionati.

Per iniziare questo biscottoso conto alla rovescia per il Natale ho deciso di proporre come prima ricetta quella dei sablé al cioccolato. Perché si sa: si inizia sempre dal cioccolato.

L’impasto dei sablè – che è in realtà un impasto di base e si presta anche a essere aromatizzato in altri modi oltre al cioccolato – è molto particolare: di una consistenza tale che inizialmente sembra manchi qualche ingrediente per tenerlo insieme e che non verrà mai. Eppure alla fine viene e dà come risultato dei biscotti croccanti fuori ma morbidissimi dentro, che hanno come caratteristica principale quell’ “arrendevole scioglievolezza” (cit.) che te ne fa mangiare dodici – anche se avevi giurato di prendere l’ultimo otto biscotti prima – senza accusare colpo.

Ecco dunque come prepararli.

Ingredienti (30-40 biscotti ca.)

325 gr. farina
150 gr. burro ammorbidito
100 gr. zucchero
1 uovo fresco
1 manciata di sale
100 gr. cioccolato fondente
1 cucchiaio di latte

Procedimento:

  1. In una ciotola capiente amalgamare il burro con lo zucchero. È un’operazione un po’ faticosa che consiglio di fare con un cucchiaio più che con la frusta, comunque con un po’ di impegno si riesce senza problemi.
  2. Aggiungere il sale e incorporare l’uovo con la frusta, fino a ottenere una crema con meno grumi possibile.
  3. Intanto fondere il cioccolato in un pentolino antiaderente o a bagnomaria insieme a un cucchiaio di latte e incorporarlo alla crema di uova, burro e zucchero, creando un composto omogeneo. Infine incorporare la farina, lavorando l’impasto prima con la frusta e poi con le mani.
  4. Quando l’impasto si stacca senza troppa fatica dai bordi della ciotola formare un panetto e lasciarlo riposare in frigorifero almeno 5-6 ore. Siccome l’impasto è molto morbido è un passaggio necessario, altrimenti risulta veramente difficoltoso riuscire a stenderlo e a fare le formine.
  5. Stendere l’impasto non troppo sottile (non c’è lievito, dunque non crescono in cottura), avendo cura di infarinare sia il piano di lavoro che il mattarello.
  6. Ritagliare le formine a piacere e disporle su una placca ricoperta da carta forno. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 10 minuti: i biscotti sono pronti quando risultano schiariti e di consistenza abbastanza dura da poterli muovere senza alterarne la forma.

 

dav

Ti potrebbe interessare anche:

Leave a Comment

Sei umano? *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Ti è piaciuto l'articolo? Supporta il GAS

Il pagamento avviene tramite PayPal: se vuoi utilizzare altri sistemi, visita la pagina AIUTA IL GAS. Puoi pagare con PayPal anche se non hai un account, segui le istruzioni sulla pagina di destinazione.

Motivo del pagamento: Donazione per il GAS

Importo da donare: Scorri per selezionare

1 10

Inserisci i tuoi dati

Inserisci il risultato (protezione anti-spam)

6 - 1 =

In attesa di collegamento a Paypal: alcuni browser potrebbero bloccare il popup; se non visualizzi la pagina di Paypal, consenti l'apertura dei PopUp per il nostro sito e aggiorna la pagina o ripeti il pagamento.
Validating payment information...
Waiting for PayPal...