Piccole gocce nel mare

C’è chi la chiama illusione, chi “non voler vedere la realtà”. Io invece la chiamo speranza. Sono perfettamente cosciente delle grandi difficoltà che questo 2016 ha portato nel mondo e nelle nostre vite. Credo che la maggior parte di noi non veda l’ora che finisca, sperando che l’anno nuovo ci porti più serenità e meno cattive notizie. Speranza, appunto. Quello che non voglio però è lasciare che i cattivi ricordi rendano l’anno appena trascorso un unico grande buco nero. Perché sì, arranchiamo e non arriviamo alla fine del mese, a volte non sappiamo dove sbattere la testa, molti di noi hanno perso persone care e amici per strada, leggiamo di guerre, tristezza e povertà ogni giorno. E su questo non voglio chiudere gli occhi, ma nemmeno lasciarmi travolgere. Perché nel mondo, sparsi qua e là come piccole gocce nel mare, esistono belle persone che fanno belle cose. Alcune di queste persone le conosciamo magari personalmente, altre le scoviamo per caso o con qualche piccola ricerca. Le cattive notizie non devono fare in modo di nascondere la speranza che una vita migliore sia possibile. Alle belle notizie vanno i miei ultimi pensieri di fine anno, alle belle notizie voglio aggrapparmi per il nuovo 2017 non ancora nato. Alle belle notizie voglio contribuire, per me, per le persone a cui voglio bene, per il futuro dei miei figli. Ho raccolto alcune pillole di momenti che hanno versato una piccola goccia di positività nel mare di questo 2016.

In Iran nascono i “muri della gentilezza”. Con l’hashtag #WallOfKindness nato su Twitter, alcune persone hanno creato dei muri colorati con qualche gancio, ai quali poter appendere vestiti inutilizzati che giacciono nei nostri armadi, coperte e oggetti di prima necessità che possono essere preziosi per chi non possiede nulla.

Richie McCaw è il giocatore di rugby più famoso nella storia di questo sport. 148 partire con la maglia degli All Blacks, 131 vittorie, 110 da capitano, 2 coppe del mondo vinte. Lo scorso anno si è ritirato e ha deciso di prendere il brevetto come pilota di elicottero. Durante il terremoto che ha colpito la sua Nuova Zelanda in novembre ha prestato soccorso alle vittime, mettendosi a disposizione per trasportarle. Un grande capitano, un grande uomo.

In una scuola elementare in Canada è stato introdotto in una classe un banco con sotto una cyclette. L’idea è venuta a Mario Leroux, un pedagogista canadese: “Uno dei maggiori problemi nelle scuole è il deficit di attenzione. Ci sono studenti che hanno tanto bisogno di muoversi. Ma spesso disturbano la classe. Quindi ero alla ricerca di qualcosa che permettesse loro di lavorare in classe muovendosi senza disturbare gli altri compagni!” I risultati sono positivi e si spera che questa idea si faccia strada anche nelle scuole di tutto il mondo.

Saber Hosseini è un professore speciale. Ogni weekend e giorno di festa sale sulla sua bici e pedalando su strade che non si riescono a percorrere in auto, consegna libri ai bambini che non possono andare a scuola.

Ogni domenica, un parrucchiere di New York taglia i capelli gratuitamente a tutti i senzatetto della città.

Auguri di cuore a tutti per un Anno Nuovo all’insegna della speranza.

Ti potrebbe interessare anche:

Commenti da Facebook

Leave a Comment

Sei umano? *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Ti è piaciuto l'articolo? Supporta il GAS

Il pagamento avviene tramite PayPal: se vuoi utilizzare altri sistemi, visita la pagina AIUTA IL GAS. Puoi pagare con PayPal anche se non hai un account, segui le istruzioni sulla pagina di destinazione.

Motivo del pagamento: Donazione per il GAS

Importo da donare: Scorri per selezionare

1 10

Inserisci i tuoi dati

Inserisci il risultato (protezione anti-spam)

7 - 1 =

In attesa di collegamento a Paypal: alcuni browser potrebbero bloccare il popup; se non visualizzi la pagina di Paypal, consenti l'apertura dei PopUp per il nostro sito e aggiorna la pagina o ripeti il pagamento.
Validating payment information...
Waiting for PayPal...