Recensione di “Idle Hands – Giovani diavoli”

Il titolo originale di questa pellicola è “Idle Hands”, dove “idle” sta per “inattivo”, “pigro”. Ed è molto più efficace della sempliciotta traduzione di Cinecittà, che ha trasformato il titolo in “Giovani diavoli”. In effetti questo film parte dalla considerazione che l’ozio è il padre dei vizi. Il male trova terreno fertile nella quotidianità delle persone oziose. Indolenti e perennemente fumati sono i protagonisti di questa brillante commedia/horror.

E’ un film del ’99 firmato da Rodman Flender. Non è facilissimo da trovare in commercio, ma lo sforzo della sua ricerca verrà ripagato da una gradevole ora e mezza di deliranti situazioni grottesche. E’ una storia dell’orrore che viene raccontata nello stile della commedia. Ne esce un’insolita miscela cinematografica, originale e a modo suo diversa per contenuti ed atmosfere da altrettanto pregevoli parodie quali “L’alba dei morti dementi” oppure la famosa serie di “Scary Movie”.

Ecco, in estrema sintesi, di cosa si tratta: gli Stati Uniti sono nuovamente sotto l’assedio di un “serial killer”. Le forze dell’ordine brancolano nel buio e la comunità è terrorizzata. In occasione di Halloween vige il coprifuoco: nessun bambino può effettuare il tradizionale porta a porta al motto di “dolcetto o scherzetto”. All’inizio del film l’assassino si introduce nella casa del protagonista, interpretato dal brillante Devon Sawa. Quest’ultimo, talmente stordito dalla marijuana non si accorge nemmeno lontanamente dell’immane carneficina che viene consumata tra le mura domestiche. Se la dorme alla grande, con il walk-man sulle orecchie. E all’indomani osa ancora brontolare perché mamma non ha comprato il latte e nemmeno il cibo per cani. Ma mamma è ormai un cadavere, già da alcune ore, esattamente come papà, con mille tagli di lama sparsi sul corpo e l’occhio destro mutilato che rotola liberamente per casa. Il gatto lecca le macchie di sangue sul pavimento. Il film parte così, in allegria.

Oltre al mistero legato all’identità dell’assassino, la storia si sviluppa attorno all’impossibilità del protagonista di dichiarare il suo amore per la bella Molly (Jessica Alba), all’adolescenziale quotidianità fatta di poltrone e telecomandi dei due amici di spinelli Mick (Seth Green) e Pnub (Elden Helson), agli incessanti tentativi di portarsi a casa una donna del metallaro Randy (Jack Noseworthy), una sorta di belloccio alla Jon Bon Jovi. Così, Idle Hands è un costante susseguirsi di scene da teenager movie alternate ad inquietanti episodi di terrore, che inquietanti non riescono mai ad essere visti i toni volutamente scherzosi del film. In questo lungometraggio non ci si prende sul serio: è tutta una parodia, tra scene di teste mozzate e arti mutilati e situazioni buffe come gli impacciati approcci amorosi del protagonista; è tutto un paradosso tra musiche da film dell’orrore, con stridenti violini che sottolineano i momenti di “paura”, e una colonna sonora punk-rock energica ma giocosa trainata da “I wanna be sedated” dei Ramones.

“Idle Hands – Giovani diavoli” è il contrario esatto di film horror puri quali ad esempio “House of the Dead II” nei quali il regista e gli attori falliscono miseramente nel tentativo di impressionare il pubblico e riescono solo (senza volerlo) a far ridere. Qui invece sì che si vuole divertire. Ed è un pieno successo! Ma le anime sensibili sono avvertite: non manca il sangue, non mancano i morti viventi, non manca lo schifo! Buon divertimento!

Ti potrebbe interessare anche:

Leave a Comment

Sei umano? *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Ti è piaciuto l'articolo? Supporta il GAS

Il pagamento avviene tramite PayPal: se vuoi utilizzare altri sistemi, visita la pagina AIUTA IL GAS. Puoi pagare con PayPal anche se non hai un account, segui le istruzioni sulla pagina di destinazione.

Motivo del pagamento: Donazione per il GAS

Importo da donare: Scorri per selezionare

1 10

Inserisci i tuoi dati

Inserisci il risultato (protezione anti-spam)

9 - 5 =

In attesa di collegamento a Paypal: alcuni browser potrebbero bloccare il popup; se non visualizzi la pagina di Paypal, consenti l'apertura dei PopUp per il nostro sito e aggiorna la pagina o ripeti il pagamento.
Validating payment information...
Waiting for PayPal...