Storia di un amore metropolitana

Di

Romeo e Giulietta? Patrick Swayze e Demi Moore nel film Ghost? Rossella O’Hara e Rhett Butler?
Dei dilettanti.

L’ho incontrato una sera piovosa di fine inverno. Era solo, immobile e in mezzo alla strada asfaltata. Ho fermato l’auto, messo i lampeggianti, sono scesa e gli ho teso la mano. Lui si è lasciato prendere e ci siamo incamminati. Non l’avevo mai visto prima, ma ho capito che la nostra piccola storia sarebbe potuta diventare una grande storia.

E poi è successo tutto in un attimo, abbiamo oltrepassato il tempo, lo spazio, la teoria della relatività e pure le onde gravitazionali. E in questo lasso di tempospazio ci siamo amati.

E, se anche io sapevo fin da subito che non sarei mai stata la sola – uno così non ne ha solo una, non bisogna mica essere delle cime per capirlo – non vi avrei rinunciato per nulla al mondo. Perché si trattava di un “amore metropolitana”, uno di quegli amori che durano anche solo pochi secondi, da una fermata all’altra, uno scambio di sguardi che vale una vita, ma sono gli amori più puri, sono quelli senza sovrastrutture e senza complicazioni.
Arrivati dall’altra parte della strada, dietro la siepe, volli però baciarlo, perdindirindina, almeno per vedere l’effetto che faceva. Ma non ci fu effetto, perché niente successe.
Lui immobile, e io scesa alla fermata della cruda realtà: un rospo si trasforma in principe solo nelle favole.

Ci ho provato ma non è andata.
Meglio così. Che noia i principi, i baciamano, i cavalli bianchi, e quei vestitini azzurri attillati. Ma cosa ci fai tutto il giorno con un principe, oltre a provare scarpette?

Allora l’ho posato per terra e l’ho lasciato andare dall’altra, che lo stava aspettando in riva allo stagno dove erano nati e dove avevano trascorso la loro infanzia. Perché lui aveva attraversato boschi prati ruscelli strade, e schivato auto per andare da lei e per trascorrere con lei una notte d’amore, la loro notte d’amore. E l’aveva fatto solo per lei, non per me.

Io sono stata solo una parentesi.
Ma sono stata la salvatrice del loro amore.

Vuoi salvare un amore? Non schiacciare il rospo, ma schivalo e spostalo.

Vuoi saperne di più? www.karch.ch

Ti potrebbero interessare: