Io sto con Quadri

Di Daniele Danesi

Io sto con Quadri, perché non è colpa sua. Perché “così fan tutti”.

Il Consigliere nazionale ha condiviso una bufala e metà della rete ticinese gli si è scagliato contro mostrando lo stesso odio che ha mostrato lui condividendola. Per un momento, nell’animo, tutti sono diventati leghisti.

Sto con Quadri perché tutti gli studi fatti dimostrano che il cervello ha, tra le sue caratteristiche, quella di dare meno importanza e rilievo alle opinioni che annichiliscono i nostri pregiudizi. E se non siete d’accordo con queste ricerche scientifiche significa che sono vere.

Un pregiudizio è un pregiudizio, mica un brufolo. Non si schiaccia, non si consuma da sé e, soprattutto, non si esaurisce.

Sto con Quadri perché è finalmente chiaro (ma chi non l’ha già capito non lo capirà mai) il suo disegno politico. Non lo condivido, ma in questo frangente sto con Quadri. Non appare capace di risolvere un solo problema e del resto non ce ne sono. Non trova soluzioni alla criminalità interna, perché i criminali sono tutti fuori dalla Svizzera e fanno di tutto per entrarci (la Bsi, ad esempio), vuole enfatizzare le violenze compiute dagli stranieri perché non ci sono episodi di violenza da risolvere sul territorio (Bomio). Spalancare le frontiere significa solo importare i reclutatori dell’Isis (ah, no?) e la corruzione (ok, ci siamo capiti).

Quadri ha condiviso ciò che pensa. E ciò che pensa lo sappiamo già tutti, senza bisogno che condivida alcunché.

Se c’è un motivo per criticare Quadri va ricercato nell’apporto che ha dato al Ticino con la sua attività politica e con la sua produzione parlamentare. Altrimenti ci si cala fino alle braghe nel metodo leghista.

E poi, cos’ha fatto di male Quadri? Intendo, c’è davvero tanta differenza tra condividere una bufala e fare le battaglie sociali a suon di like?

Chi usa hashtag, like, emoticon ed emoji per manifestare il proprio impegno politico e sociale non è diverso da Quadri anzi, fa parte del problema esattamente come lui.

“Ehi, andiamo in tangenziale con le emoji a comandare” – “Sìiiiii, io porto gli hashtag” – “Io l’emoticon del vomito!” – “Io no, c’ho le pile del mouse scariche e qui costano una fortuna, oggi però non ho tempo di andare in Italia a comprarle”.

#iostoconQuadri

Ti potrebbero interessare: