Tuto Rossi: i miei colleghi di lista? Vecchi politicanti

Di Corrado Mordasini

Riportiamo dal post elettorale di Tuto Rossi:

È importantissimo votare le persone giuste, che conteranno più dei partiti politici. Nella lista UDC LEGA NOCE le persone in grado di portare un contributo positivo nel nuovo Municipio sono, a mio avviso, Fallon Ciappini (sic, NdR) – candidata n. 7 – e il Presidente dell’UDC Orlando Del Don.
 Al di là dell’incognita di Marco Ottini, nessuno degli altri candidati è in grado di fare qualcosa di buono nel Municipio della nuova città. Si tratta di vecchi politicanti che hanno già spremuto il limone in anni e anni di Gran Consiglio, Consiglio comunale e Municipio senza produrre molto succo. Sarebbero dei vuoti gregari nella contesa tra Mario Branda e Andrea Bersani, veri uomini forti del Municipio.”

Lascia perplessi e anche un po’ basiti l’enunciato di Rossi. Non sappiamo come abbiano accolto questa sbruffonata i suoi colleghi, se ancora possiamo chiamarli così, di cordata. Ma Rossi ha evidentemente occhi solo per la polivalente Fallon Ciapini e per lo psichiatra Del Don. Gli altri (Giulio Deraita, Lelia Guscio, Mauro Minotti, Marco Ottini e Flavio Bruschi) non solo non vengono considerati, ma addirittura ritenuti dei “vecchi politicanti”. Un voltafaccia davvero incomprensibile, pensando alle parole del coordinatore della Lega per il Bellinzonese Michele Guerra, quando scriveva che la nuova lista: “va oltre gli steccati partitici, unendo quattro realtà diverse con quale unico obiettivo quello di portare Cambiamento nell’assetto politico della Capitale”.

Se il cambiamento comincia dal farsi fuori prima delle elezioni, non sappiamo quale apporto possano dare al sereno proseguimento della governo della città. Bellinzona ora ha bisogno di lavoro corale, non di arruffapopoli rissosi.

Ti potrebbero interessare: