Fantareal Calcio della lingua italiana – 14. “Audax Cantami O Diva…”

Di Libano Zanolari

A più di 3’000 anni di distanza “l’ira funesta” di Achille è svanita, achei e troiani non bramano più “di massacrarsi  l’un l’altro col ferro puntuto”: per celebrare gli accordi di pace formano un team molto speciale accolto a braccia aperte dalla GAS.SOCIAL Shining Stars League. CASSANDRA, finalmente creduta, è profeta a centrocampo. Mister DÀRDANO, che con ILO fondò Troia, opera una scelta in cui pochi credevano: per significare una totale riconciliazione mette a centrocampo AIACE Oileo che aveva violentato la figlia di Priamo sull’altare di Atena! In attacco gli acerrimi nemici ACHILLE e ETTORE fanno coppia, come pure in difesa PRIAMO e AGAMENNONE. In assenza di un PARIDE di cognome, l’ACCADEMIA accetta nel ruolo di vice-allenatore il latino PARIS, questa volta chiamato a giudicare non la bellezza di Elena, Atena e Afrodite, ma il valore tecnico espresso sul terreno da gioco.

AUDAX CANTAMI O DIVA… (4-4-2)

1) TROIA

2) PRIAMO (C) 4) NESTORE 5) AGAMENNONE 3) MENELAO

7) AIACE 10 CASSANDRA 8 ULISSE 6) ILO

9) ACHILLE 11) ETTORE

STAFF TECNICO: DÀRDANO (S.Pio Mondragone), PARIS (Valdossola), —

ARBITRI GRADITI: ANTENORE di Bari, ADRASTO di Lodi, —

ARBITRI RICUSATI: NARCISO di Foggia, LEDA di Ciampino, GANIMÈDE di Bari

ROSA: (con citazione della squadra di provenienza o formatrice, del valore in milioni e dei giocatori)

Portieri: 1) TROIA (Fontana Liri) 100, 12) DÀRDANO (S. Eufemia) 100, 13) TETI (Acqui) 80,

Difensori: 2) PRIAMO (Bulgaro) 90, 4) NESTORE (Boys Caivanese) 70, 5) AGAMENNONE (Senago) 90, 3) MENELAO (Porto) 60, 13) POLIDORO (Caronnese) 60, 14) ORESTE (Cantù) 50

Centrocampisti: 7) AIACE Oileo (Ischia) 80, 10) CASSANDRA (Nettuno) 100 BL 8) ULISSE (Vivace Grottaferrata) 90, 6) ILO (Fonte Meravigliosa) 80, 20) AIACE Telemonio (Acc. Manfredonia) 80, 21) ELENA (Castellarano) 50, 22) TELEMACO (Prealpino S. Giulia) 50, 23) PALLADIO (Uboldese) 80

Attaccanti: 9) ACHILLE (Rivazzanese) 90, 11) ETTORE (Massese) 90, 30) CHIRONE (S. Carlo Canavese) 70, 31) DIOMEDE (Montegaudio Calcio) 70, 31) MEDONE (Sestrese) 60, 32) TRÒILO (Virtus Lanciano) 60, 45) PELEO (Carnetese 70), 99) TITONE (TOR DI QUINTO) 40

PATRIMONIO GIOCATORI: 1860 (portieri: 280, difensori: 420, centrocampisti: 610, attaccanti: 550

PAGELLA ACCADEMIA CRUSCA CALCISTICA: SOCIETÀ/ BRAND: 10 e L, PR/GESTIONE ARBITRI: 9, CAPITALE/PATRIMONIO: 10 GIOCATORI STAFF TECNICO: 9, ROSA: 8,VALORE TECNICO/SEMANTICO: 10 e L, AGONISMO: 10 e L, SPOGLIATOIO: 7, FAIR-PLAY: 6, MERCATO: 7. PUNTEGGIO TOTALE: 86 e LLL

SCHEDA TECNICA: Come al solito “agon” e “polemos” quando si tratta di eventi ellenici hanno il loro peso pure in tempo di pace, ciò che influisce sulla pagella al capitolo “spogliatoio”. ATENA (Crennese) e APOLLO (Naviglio Trezzano) che avevano più volte messo il becco nella contesa, hanno preferito l’ “OLIMPO SUPERSTARS”, in compagnia degli altri Dei. Ma la Dea è ancora presente attraverso il suo simulacro PALLADIO, per il momento non titolare. Il sommo GIOVE (Forza Calcio Messina), mortalmente offeso per il rifiuto degli arbitri NARCISO. LEDA e GANIMÈDE, suoi “protegés, se n’è andato sbattendo la porta. ENEA (Pro Lissone) ha preferito le lusinghe del “ROMA CAPUT MUNDI”. SCILLA (Motta S. Giovanni) e CARIDDI (Lacchiarella) hanno scelto “THALASSA” e il fascino del mare. La squadra mette a dura prova il pur gradito arbitro ANTENORE, saggio consigliere di Priamo, specialmente con ULISSE, che resta maestro dell’inganno e dell’astuzia in area di rigore. L’ACCADEMIA ha concesso ad Achille che già ha la madre TETI in rosa, pure il padre PELEO che non partecipò alla pugna e il suo tutore, il centauro CHIRONE, ad AGAMENNONE concede il figlio ORESTE; a ULISSE l’erede TELEMACO, a PRIAMO, che ha con se i giovanissimi figli POLIDORO E TRÒILO, l’anziano fratello TITONE.

Ti potrebbero interessare: