Una firma a sostegno dei postini

Di Redazione

Syndicom, dopo aver denunciato il caso del licenziamento della madre di una bimba di due anni solo perché si è battuta per la tutela sua e dei suoi colleghi, ha inoltrato una causa in pretura contro la Posta – si legge in un suo comunicato stampa – per licenziamento abusivo.

Chiedendo che la Posta inizi ad affrontare i problemi legati alle strane e contorte modalità di impiego – soprattutto riguardo ai tempi parziali – e che rispetti “il mandato della Confederazione riguardo alla conciliabilità famiglia-lavoro” syndicom si è spinta più in là, lanciando una petizione “A tutela dei diritti dei dipendenti della posta e dei rappresentanti del personale”.

Già 600 persone l’hanno firmata e noi invitiamo i nostri lettori, e tutti quelli che hanno a cuore il futuro della Posta e non concordano con le politiche portate avanti sinora, a firmarla. Per esprimere “solidarietà e manifestare dissenso”, e per difendere sia il servizio pubblico sia la dignità dei lavoratori.

Per firmarla, basta cliccare su questo link: www.syndicom.ch/proteggiamoipostini

Ti potrebbero interessare: