“Dite ai Momò, che non ve ne frega niente della loro salute”

Di

A scanso d’equivoci lo spiego ancora una volta: personalmente sono contro il rally in generale (ma questo è un altro discorso) ho deciso di sostenere il ricorso perché a monte c’è un problema molto più grosso dell’impatto della corsa stessa.

L’incoerenza della nostra classe politica che da una parte redige, promuove e si sciacqua la bocca con l’ecologia (vedi piano di risanamento dell’aria) e dall’altra concede eccezioni che non possono essere accordate. Organizzare un rally proprio nel periodo in cui le gare motoristiche di tutti i tipi sono vietate per me è provocazione bella e buona!

Io chiedo coerenza, non volete impegnarvi per risanare lo stato dell’aria del Mendrisiotto? Va bene, ma abbiate il coraggio di dirlo chiaramente ai momò e ai ticinese; oppure abbiate la coerenza di dimostrare il contrario.

Jessica Bottinelli

Ti potrebbero interessare: