“Un leghista delusissimo”

Di Redazione
Quale leghista sono molto demoralizzato per come la Lega dei ticinesi non abbia saputo difendere i dipendenti della Navigazione Lago Maggiore. Cari i miei leghisti da strapazzo, voi non avete la benché minima idea di cosa voglia dire essere davvero leghista. Se il mitico Nano fosse ancora tra noi! Tutti bla-bla i vostri, affermazioni da aver vergogna verso gli impiegati della Navigazione, per lo più provenienti da rappresentati leghisti in seno al Gran consiglio. Signor Gianmaria Frapolli, forse lei non ha mai ricevuto una lettera di licenziamento immotivata e a ciel sereno; lei non ha minimamente idea di come si sentono queste persone e le loro famiglie.
Certo che con la pancia piena si può fare e dire tutto. Quello che posso assicurarvi è che se continuate su questa strada un domani nella cabina telefonica ci saremo noi leghisti. Sono sicuro che il Nano e Flavio Maspoli si stanno rivoltando nella tomba. Hanno perfettamente ragione quelli che hanno scritto articoli contro le vostre prese di posizione. Mi meraviglio pure del consigliere di Stato Norman Gobbi e del suo collega Claudio Zali per il loro agire. Spiegatemi quale autorità avete, quali cittadini ticinesi difendete? Non servono i proclami se poi quando bisogna metterli in pratica non si ha il coraggio. Prima i nostri, vi ricordate?
Con questo termino, confermando la delusione verso chi dovrebbe difendere e rappresentare i lavoratori ticinesi al posto di quelli che guardano solo al profitto. Questo discorso vale anche per tutti quei sindaci che fanno tante chiacchiere, ma non accennano ad alcun aiuto concreto ai lavoratori.
Aldo Pedroni

Ti potrebbero interessare: