Quadri dà lezioni al PPD

Di

Eccezionale la faccia di bronzo del codino più amato del Ticino. Lorenzo Quadri, in un suo recente post, se la prende col PPD in seguito alla storia del candidato al consiglio comunale alle elezioni del 2013. L’uomo, come scritto dai giornali, era in odore di radicalizzazione islamica, essendo coinvolto nell’inchiesta su Argo 1 che aveva portato anche alla scoperta di un reclutatore del’islam radicale, ed era candidato del PPD, caldeggiato pure da Beltraminelli.

Quadri, in un esercizio di alta arte circense, scrive:

“…un partito basato (a suo dire) sul referente cristiano, dovrebbe porsi qualche domandina supplementare prima di presentare certe candidature, con tanto di endorsement del consigliere di Stato. Se al posto del PPD ci fosse stata la lega, mi immagino lo “shitstorm”…”

Allora Lorenzo, la shitstorm sul povero Beltra c’è stata eccome. D’altronde, un partito basato su idee destroidi e razziste, dovrebbe porsi qualche domandina supplementare prima di presentare certe candidature, come quella del candidato di Paradiso con simpatie naziste Ibraimi, che riteneva “la teoria Hitleriana non tanto sbagliata” e che postava immagini sue armato in pose minacciose o foto del campo di concentramento di Auschwitz. Ricordiamo che il candidato si ritirò insieme a due colleghi a seguito dello scandalo sollevato dal nostro portale decimando così le candidature della Lega di Paradiso. Per non parlare di Omar Wicht, candidato di Lugano già condannato per violenza e minaccia contro l’autorità. O Tiziano Pasta, consigliere comunale a Mendrisio, ritiratosi dopo uno scandalo di lavori sottopagati, o Graziano della Casa, consigliere comunale di Stabio arrestato all’inizio di quest’anno per un raggiro ai danni delle assicurazioni. Qua più che di pagliuzza e di trave, per restare in tema religioso, si tratta di un tir di travi. Poi magari, a coronamento di tutto, Quadri ci spiegherà perché è imbarazzante un candidato filoislamico radicale ma non lo è un filonazista.

Dai Lorenzo, puoi fare di meglio, senza prendere per il culo il tuo elettorato.

Ti potrebbero interessare: