“Bisogna prendere posizione con fermezza”

Di Redazione

Ha dell’inverosimile, eppure nel 2017 si riescono ancora a leggere propositi che davvero lasciano senza parole. Pubblicazioni che non provengono da leoni da tastiera, ma da parlamentari che siedono in Gran Consiglio, da cui, sic, bisognerebbe aspettarsi un certo spessore. Che dire, se non che il condizionale sia d’obbligo.

Le esternazioni di Germano Mattei fanno male e il suo goffo tentativo di “scuse” ancora di più. All’alba del 2017 si parla ancora di “valori intoccabili”, “siamo stati creati uomini e donne”, e non ci si pensa due volte a mettere sullo stesso piatto della bilancia omosessuali, drogati e chi più ne ha più ne metta.

I diritti degli omosessuali, ma soprattutto il rispetto per queste persone, sono ancora fortemente latenti alle nostre latitudini e questo caso non è che uno fra i tristemente noti.

Con questa mia breve nota vorrei rivolgere un pensiero solidale alla comunità omosessuale ticinese perché è stata ferita e perché ha subito un grave torto. Vorrei cogliere l’occasione per distanziarmi fermamente dalle parole di Germano Mattei.

Trovo che sia di grande importanza esprimersi sul tema perché ogni dichiarazione del genere, lasciata “impunita”, genera un sentimento di legittimità a questa denigrazione verbale della comunità omosessuale. Non basta postare arcobaleni in facebook, quando si presentano situazioni simili bisogna prendere posizione con fermezza e senza ambiguità.

Jessica Bottinelli

Ti potrebbero interessare: