Giovani UDC, imparate la civiltà

Di Recondit

Sembra una presa in giro, ma è la verità. Con un comunicato stampa ufficiale, i Giovani UDC informano la popolazione tutta di aver deciso di fare la loro parte per il popolo bregagliotto, che come sappiamo è stato duramente colpito da una frana e una serie di scoscendimenti che terranno lontane da casa circa 150 persone per mesi.

La gara di solidarietà è partita da tempo, e vi sono già state molte donazioni. Ma chi si distingue sopra ogni altro sono sicuramente i rampolli democentristi che con un commosso comunicato ci informano che “per aiutare il finanziamento della messa in sicurezza della zona colpita e contribuire alle spese causate dallo scoscendimento del pizzo Cengalo” doneranno nientepopodimeno che 100.- fr.

A testa, direte voi.

Naaaaaaaaa: 100 franchi in tutto. Roba che i bregagliotti dovrebbero rimandarglieli indietro con 10 fr. di mancia e un biglietto della serie: “ne avete più bisogno di noi”.

Ora, per l’amor di Dio, se i piccoli udiccini hanno le pezze al culo va benissimo: meglio 100 fr di niente. Senz’altro. Però, perdiana, abbiate almeno il pudore di fare il gesto e tenervelo per voi. Manco per sogno: comunicato a tutte le redazioni del cantone. Con tanto di appello alle altre sezioni giovanili a seguire il loro esempio (gnégné). Ecco che, allora, qua si supera il limite. Qua non è più un gesto disinteressato. Ci sarà un motivo se le donazioni non vengono mai pubblicizzate. E il motivo è quello di cercare di evitare che si sciacallizzino eventi tragici per cercare di farsi pubblicità. Oltretutto, in questo caso, praticamente gratuita. Cosa puntualmente avvenuta visto che Tio e Ticinonews hanno prontamente pubblicato il comunicato ufficiale per esteso.

Ma non vi vergognate? Ma vi rendete conto di quanto siete caduti in basso? A parte la cifra, che venendo dal partito dell’economia, delle lobbies e del miliardario Blocher è un vero e proprio insulto, ma quale microcefalo può aver partorito l’idea di farci un comunicato stampa? Ma nemmeno fossero stati 100’000 franchi, non 100! Ma lo sapete che della gente è morta? Che centinaia di persone sono costrette a vivere da amici o nei locali della protezione civile? Che decine di persone hanno perso tutto?

Sul sito dei Giovani UDC ticinesi campeggia in bella evidenza lo slogan a favore dell’insegnamento della civica a scuola. Per iniziare sarebbe forse il caso che iniziaste ad imparare la civiltà. Che per la civica c’è tempo.

Ti potrebbero interessare: