Quadri e UPC, problemi seri

Di Corrado Mordasini

Lasciare cadere l’iciucio tra Quadri e UPC/Cablecom sarebbe increscioso. Il conflitto d’ interessi, per essere gentili, è plateale e anche un po’ squallido. Il paladino dei noss gent, quello che prende vagonate di voti dai ticinesi, è a tutti gli effetti uno che dà addosso alla RSI per compiacere la UPC, inserzionista del Mattino e accreditata in parlamento al suo seguito.

La UPC è quella che, diciamolo chiaro per farci capire, ha recentemente scippato ai ticinesi la visione dei derby tra Lugano e Ambrì. Ed è concorrente della RSI. In breve, ci troviamo di fronte a dirigenti di UPC che tuonano contro la RSI, poi scopriamo che in parlamento sono al seguito di uno dei deputati che sostengono furiosamente l’iniziativa No Billag (o chiamiamola No RSI, meglio). E questo nei giorni in cui in parlamento si discute dell’iniziativa che metterebbe in ginocchio la SSR, il momento ideale per fare lobbing dietro le quinte di quello che Quadri chiama il “governicchio”. Tutto questo quando salta fuori che fra SSR e UPC non è stato trovato un accordo economico per la trasmissione in diretta dei derby di hockey alla RSI. Perché UPC chiedeva un sacco di soldi.

Ed è Reto Ceschi, con un suo semplicissimo post su facebook, a mettere la questione nei termini giusti.

“Si verifica un conflitto di interessi quando chi detiene un ruolo di responsabilità si trova a che fare con interessi professionali o personali che intervengono nella questione rischiando di ledere l’imparzialità richiesta per esercitare quel determinato ruolo o funzione (def.)”

Ceschi difende l’ente? Certo, ci lavora, con altre 1’200 persone, che creano un indotto per il Ticino cinque volte maggiore rispetto a quello che paghiamo come canone. Un canone che deve tener conto del multilinguismo.

E Quadri invece, che dovrebbe fare gli interessi del Ticino, fa da grancassa a UPC che ha tutti gli interessi a stendere la SSR. Vergognoso è dire poco. Quadri farà come Cassis: ribadirà che il lobbysmo è un diritto. Certo, e i cittadini, alla fine, che diritti hanno? O devono scucire più di UPC?

Ti potrebbero interessare: