Gaszebo: gli eventi del week-end selezionati da GAS

Non sai mai cosa fare, chi sei e cosa vuoi? In pratica sei alla canna del gas? Suvvia. Non lasciarti andare. Sei capitato sulla pagina web che fa al caso tuo. Nulla capita a caso. Qualche suggerimento su cosa fare e dove, te lo diamo noi del GAS. Poi vedi tu, sei libero di decidere… anche se…

Di

Sabato 10 marzo 2018 “Voliamo via”

Per un weekend all’insegna del teatro, la compagnia Vito Gravante, dopo il successo di “S. Gennaro e Santeria”, torna al meticciato style. Culture, mondi e storie di vita apparentemente lontane e diverse si incontrano. Una cubana, musicista di colore, incarcerata, sogna di uscire di prigione. Il suo carceriere invece di diventare un cantante e incidere un disco. Riusciranno a volare via? In un sogno che li veda insieme? Tipo Lega e 5 stelle?  La risposta, alle 20.30, al Foce di Lugano.

www.vitogravante.ch

Sabato 10 marzo 2018 “Dopo la fine”

Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai di fronte al lavoro ideato e diretto dalla danzatrice Paola Lattanzi. Al Teatro Sociale di Bellinzona, alle 20.45, è tempo di danza e di Dante. D’inferno e di gironi. Di peccati e di leggi del contrappasso. Una rilettura pop – ma soprattutto dance – di uno dei più complessi e affascianti capolavori della letteratura mondiale. In pratica la trasposizione dell’affaire ARGO 1 con Paolo Beltraminelli nei panni del vate.  

Domenica 11 marzo 2018 “Il riformatore del mondo”

Non fatevi ingannare dal titolo, non c’entra proprio nulla il programma elettorale di Matteo Renzi e non si riferisce neppure al Gorbaciov dei tempi migliori l’ultimo spettacolo interpretato e diretto da Emanuele Santoro. Con lui, in “Il riformatore del mondo”, sul palco c’è Valentina Barri. L’ultima replica di questo weekend va in scena alle 17 al Teatro il Cortile di Viganello. La storia, quella di un uomo segregato in casa, un intellettuale ipocondriaco dall’aspetto grottesco, non poteva essere che di quel genio di Thomas Bernhard. Autore che una volta disse: “ogni cosa è ridicola, se paragonata alla morte”.

www.ilcortile.ch

Lunedì 12 marzo 2018 “Fiera di San Provino”

Si chiude oggi ad Agno la fiera dedicata al santo più invocato dagli attori in cerca di una parte o di un ruolo da protagonista. Soprattutto in passato, la celebre sagra di Agno, prima fiera al termine della stagione invernale, aveva una grande importanza e coinvolgeva tutta la regione del Luganese, perché era proprio in questa occasione che i capifamiglia contrattavano il bestiame e gli emigranti (ticinesi) si preparavano per partire. Fra un pesciolino fritto e un raviolo dolce, un tuffo obbligato nella nostalgia.  

www.agno.ch

 

Martedì 13 marzo 2018 “Scenari italiani”

È il titolo della conferenza. Le elezioni politiche e i rapporti con la Svizzera, il sottotitolo nonché il tema al centro dell’incontro pomeridiano in programma alle 15, all’Hotel Pestalozzi di Lugano, promosso dal Lyceum Club. Relatore sarà il dott. ing. prof. gran. lup. mann. Ferruccio de Bortoli, già direttore del Corriere della Sera e del Sole 24Ore, nonché opinionista del Corriere del Mattino… pardon… Ticino. Perché la Cina è vicina, ma l’Italia pure di più.

www.lyceumclub-lugano.ch

Mercoledì 14 marzo 2018  “Jacopo Quadri: fra cinema e teatro”

Nell’ambito della rassegna luganese Cinergia, curata da Marco Müller, la Sala 4 del LAC ospita le due giornate interamente dedicate a Jacopo Quadri, cineasta di ricerca e montatore che per il suo lavoro ha ricevuto numerosi consensi. Una maratona cinematografica che prevede la proiezione di sei lungometraggi compresi i documentari che Quadri ha scelto di dedicare a due pilastri del teatro del Novecento: Eugenio Barba e Luca Ronconi. Quando il Quadri di scena a Lugano, non è voi-sapete-chi.

www.luganoinscena.ch/it/784/cinergia  

Giovedì 15 marzo 2018 “Che satira tira?”

Siamo fieri di invitarvi all’imperdibile appuntamento con la geniale penna che sta dietro a molti degli spataffi di GAS Social: il grafico pubblicitario, illustratore e vignettista Corrado Mordasini che sarà affiancato da Laura Riget, studentessa in Scienze politiche e Storia contemporanea all’Università di Zurigo. Allo Spazio ADO di Lugano, al centro dell’apericena “Che satira tira? Tra etica e censura, libertà d’espressione, volgarità e sessismo: quali sono i limiti della satira?” in programma dalle 19. La satira, controversa arte sarcastica e caricaturale, influenza la nostra società evidenziandone le contraddizioni e mettendo pressione alla politica… Ronf.. ronf… Ah! Scusate! E vedete di non mancare, neh?

www.gas.social

Ti potrebbero interessare: