Gaszebo – Gli eventi in Ticino, 23-29 Marzo

Di

Spettacoli teatrali, incontri pubblici, vernissage, proiezioni cinematografiche, concerti… e chi più ne ha più ne metta! Insomma, hai davvero troppe cose da fare ma nessuno mai che ti faccia da bussola nell’indirizzarti, nel dirti “vai a vedere questo, fai quello”? Ed è per questa ragione che ti senti un po’ alla canna del gas? Respira. Rilassati. Questa è la pagina web che fa al caso tuo. Ora ti diciamo noi del GAS, cosa. E nel caso tu volessi segnalarci qualche appuntamento… fallo scrivendoci a gentecheaccende@gmail.com!

Venerdì 23 marzo 2018 “Il paese che non c’è più”

Cosa ci fa quel campanile diritto sullo specchio del lago? È la domanda che si fanno puntualmente i turisti che arrivano a Curon, un paesino della val Venosta. Un borgo che fu distrutto nel 1950. In nome del progresso, per la costruzione di una diga idroelettrica. Ma la stessa identica questione se l’è posta anche lo scrittore Marco Balzan nel suo ultimo romanzo “Resto qui”, ospite dell’incontro pubblico delle 18.30 al Monte Verità di Ascona. Un appuntamento nel solco del tema “Utopia della natura”, chiese in fondo a un lago e alberghi edificati su di un cimitero indiano, al centro della sesta edizione degli Eventi letterari in programma fino a domenica 25 marzo.

www.eventiletterari.swiss  

Venerdì 23 marzo 2018 “Il processo per l’ombra dell’asino”

Dal nome francamente quasi impronunciabile, ma con all’attivo già alcune chicche come Words and Music di Beckett, la compagnia V XX ZWEETZ torna a colpire questa sera alle 20.30 al Teatro Foce di Lugano con l’allestimento scenico e sonoro di una pièce di Friedrich Dürrenmatt. Grazie a tecniche binaurali, attori sia interpreti che rumoristi, ma soprattutto alla presenza di un fenomenale asino-musicista, il regista Alan Alpenfelt e i suoi sgherri, portano in scena uno spettacolo al limite dello psichedelico, talvolta perfino delirante, ma assolutamente da non perdere.

www.foce.ch

Venerdì 23 marzo 2018 “L’incubo del balivo Konrad von Tillendorf”

Alle 20.00, al Teatro Oratorio Parrocchiale che si trova dietro alla Chiesa Collegiata di Bellinzona, la compagnia Giullari di Gulliver propone una libera e personalissima rivisitazione del testo di Max Frisch intitolato “Guglielmo Tell per la scuola”.Konrad von Tillendorf va a dormire, è la vigilia della sua partenza per Uri. Ed è proprio in quel momento che due drammaturghi del sonno orchestrano attorno al balivo un sogno premonitore, o meglio un incubo in cui il malcapitato incontra gli abitanti della Svizzera primitiva, tra cui c’è anche il celeberrimo Guglielmo. Di e con Prisca Mornaghini, Antonello Cecchinato e Giancarlo Sonzogni. Per la serie: talvolta i sogni son desideri… di lesa maestà.

Balivo Konrad

www.giullari.ch

Venerdì 23 marzo 2018 “Kaufman in concerto”

Sono Lorenzo Lombardi, Alessandro Micheli, Matteo Cozza e Simone Gelmini. Ed è l’amore raccontato ai tempi dell’ansia e delle spunte blu di Whatsapp al centro degli 11 brani del loro ultimo album “Belmondo”. Uniti dall’amore per gli Smiths e per la pizza con sopra le patatine fritte, prendono il loro nome dal vulcanico comico Andy Kaufman a cui è peraltro dedicata la canzone “Man On The Moon” dei REM, ma anche il film omonimo. L’appuntamento con i Kaufman è alle 20.30 al Circolo culturale Turba di Lugano.

www.turba.xyz

Sabato 24 marzo 2018 “Festa multietnica per la giustizia sociale e contro la xenofobia”

Il capannone delle feste di Pregassona ospita, a partire dalle 15, l’annuale appuntamento organizzato dal Partito Socialista Sezione Lugano e dal Sindacato VPOD. Ormai giunta alla quinta edizione, la festa che prevede dibattiti, musica, bancarelle e tanto altro ancora, vuole ricordare a tutti la ricchezza umana che si nasconde dietro alla parola “multiculturale”. Un termine talvolta usato da certa destra come se fosse un manganello. Una ricorrenza che offre la possibilità a varie centinaia di persone di incontrarsi, conoscersi e confrontarsi. Astenersi perditempo e cultori dell’olio di ricino.

www.ps-lugano.ch/evento/festa-multietnica-al-capannone-di-pregassona/

Domenica 25 marzo 2018 “ Dieci – Parte terza”

Non avrai altro Dio fuori di me. Non nominare il nome di Dio invano. Non dire falsa testimonianza. Sono questi i capitoli conclusivi del recital portato in scena da Emanuele Santoro e Roberto Albin che ripercorre “Dieci” la racconta di racconti di Andrej Longo con Napoli e i dieci comandamenti sullo sfondo. Vita vera, vita vissuta al centro di un racconto serrato e impietoso che esplora i vicoli bui dell’animo umano e della città partenopea che non è per forza solo quella della serie televisiva “Gomorra”. L’ultimo appuntamento per ora in cartellone è alle 17 al Teatro il Cortile di Viganello.

www.ilcortile.ch

Lunedì 26 marzo 2018 Rassegna Musica e Cinema”

È sulle note del film “Thelonius Monk: straight non chaser” dedicato al mitico pianista jazz statunitense che si chiude in bellezza alle 20.30, al cinema GranRex di Locarno, la prima parte della rassegna pensata per celebrare il 40esimo anniversario di attività della SPML, sigla che sta per Scuola Popolare di Musica della Città di Locarno. Un’appassionata retrospettiva sulle gioie della musica e sui protagonisti che ne hanno fatto la storia. Il tutto raccontato attraverso l’occhio e la magia del grande schermo, perché a furia di suonarla, anche il vecchio Sam è ormai entrato nella leggenda.

www.cclocarno.ch

Martedì 27 marzo 2018 “C’erano una volta: le tre valli”

Prosegue a spron battuto il ciclo di appuntamenti della CORSI dedicato alle valli ticinesi. Tre – Blenio, Riviera e Leventina – quelle protagoniste della frizzante serata animata da Fabrizio Casati in programma a partire dalle 20.00 al Cinema Teatro Blenio di Acquarossa. In un Amarcord intercalato dalla proiezione d’immagini d’archivio conservate nelle Teche della RSI che si concluderà con l’immancabile rinfresco finale al quale sarebbe davvero un gran peccato mancare. Una serata da gustare con gli occhi, ma non solo.Kaufman

www.corsi-rsi.ch

 

Mercoledì 28 marzo 2018 “Angeli e soldati”

È il succoso frutto di un progetto del Centro Artistico MAT, la pièce per la regia di Ylenia Santo in programma alle 20.30 al Teatro Foce di Lugano. Uno spettacolo per palati robusti, sconsigliato ai minori di 14 anni, che vuol essere una sorta di discesa agli inferi tra dannati e salvati, tra minoranze e potere. Con malati di Aids, omosessuali, travestiti, neri, ebrei, mormoni, ma anche politici, giudici, arrivisti, corrotti cercando di tratteggiare un ritratto dell’America dei primi anni Novanta ancora traumatizzata dalla presidenza Reagan. Per la serie chi non ha imparato niente dal proprio recente passato, non potrà che ricascarci con Trump!  

www.m-a-t.ch  

Giovedì 29 marzo 2018 “Le Processioni storiche di Mendrisio”

Pensando anche a chi non è per forza un gran fan del buon Gesù, fra gli spettacoli teatrali a carattere religioso messi in scena all’aperto, noi non potevamo non consigliarvi quelli che si svolgono a Mendrisio nei giorni che precedono la Pasqua. La festa, che risale addirittura al 1600 e che presto dovrebbe rientrare a pieno diritto nei beni culturali immateriali dell’UNESCO, inizia alle 20.30. Con i suoi antichi Trasparenti, le sue magiche lanterne e la popolazione del Magnifico Borgo coinvolta, è senza dubbio una di quelle occasioni da non farsi sfuggire, almeno una volta nella vita. E pensare che tutto ha avuto inizio più di 2000 anni al costo di 30 sporchi denari!

www.processionimendrisio.ch

Ti potrebbero interessare: