Gobbi e la dieta più cara del mondo

20’000 franchi in vettovaglie e dimagrisce 30 chili. La dieta miracolosa del ministro Gobbi

Di

 

Ebbene sì, oltre a quello di luogo più litigioso ed a quello dei deejay più insonni, il Ticino vanta ora un nuovo record: quello della dieta più cara del mondo.

Lo si evince dal dibattito di gennaio in Gran Consiglio sui rimborsi spese dei Consiglieri di Stato. Una questione, va detto, sulla quale il nostro Governo sta facendo una figura a dir poco barbina.

In pratica i Consiglieri di Stato godono di un forfait di 15’000 franchi all’anno, nel quale però non sono comprese tutta una serie di spese, come quelle telefoniche (altro forfait di 300 franchi al mese) e quelle per bevande e consumazioni presso le direzioni. Che uno si chiede quali altre spese debba sostenere un Consigliere di Stato per ricevere più di 1000 franchi al mese di indennizzo (anche considerato che nei Grigioni, ad esempio, i loro omologhi ne ricevono circa 200 in tutto).

E questo, attenzione, senza una base legale condivisa che giustifichi il tutto. Vaghe, vaghissime, fin qui le risposte del Governo: in pratica il coretto è “si è sempre fatto così e non ci siamo fatti domande. Però siamo in buona fede, trallallà”.

Saranno anche in buona fede, ma sarebbe bello vederci un po’ più chiaro. Anche il PG che apre e chiude l’inchiesta come fosse la porta del cesso… insomma… Che si compri una porta girevole, basta con sti apri e chiudi.

Ma se già tutta la questione suscita sconcerto e sorpresa, c’è un aspetto particolare che decisamente fa sobbalzare sulla sedia, ed è la cifra spesa dal Dipartimento Istituzioni nelle già citate spese di direzione (ricordate? Bevande e consumazioni). Per ‘ste spese è previsto un tetto massimo di 5’000 cucuzze., e in generale “ci si sta dentro” tranquillamente:

– Dip. Territorio: fr. 1’6151.95

– Dip Educazione cultura e sport: fr. 2’471.55

– Dip. Sanità e socialità: fr. 3’185.10

– Dip. Finanze ed economia: fr. 5’690.65. Vabbé, dai, Vitta è piccoletto e magrolino, deve crescere: 690 fr in più glieli facciamo passare, che vuoi che sia.

Solo che guardate la cifra di Gobbi:

– Dip. Istituzioni: fr. 20’028.06. Ventimilaventottofranchiezeroseicentesimi! In consumazioni e bevande? E che si mangiano e bevono al Dipartimento delle Istituzioni? Peggio delle cavallette!

Oltretutto, facciamo notare che proprio in quel periodo è iniziata la conversione del direttore dipartimentale Norman Gobbi da pantagruelico adepto di Bacco ad un misto di monaco zen e frate trappista: in un anno è diventato la metà, che ormai guarda fuori come uno scampato da Auschwitz che si rimette i vestiti che aveva 3 anni prima.

Come cazzarola ha fatto a spendere 20’000 fr in cibi e bevande se deve stare nelle canoniche 1000 calorie al giorno? Ebbene, signore e signori: si può fare. La nostra inchiesta lo dimostra abbondantemente.

Siamo addirittura in grado di darvi la dieta precisa-precisa seguita da Gobbi in questi mesi. Marca giò.

Colazione:

– 50 gr di tartufo bianco: 128 kcal.

Pranzo:

– 100 gr di caviale del Volga: 264 kcal.

– 300 gr di Melone Yubari King: 96 kcal.

Cena:

– 150 gr di nidi di rondine: 340 kcal.

– Crosta di Piora: 100 kcal.

Bon, è un po’ caruccia, ma funzionare, funziona. Il risultato è lì da vedere.

Ti potrebbero interessare: