I rifugiati? Prendili a casa tua

Il Canton Vaud sperimenta l’accoglienza dei migranti in abitazioni private, con minori costi. In Ticino Beltraminelli è possibilista . Il risparmio sarebbe comunque notevole a fronte di una maggiore inclusività e integrazione nel tessuto socioculturale

Di

Recentemente, sui media, aveva fatto notizia la soluzione applicata dal governo vodese, in cui una sessantina di famiglie, per il momento, ospitano all’incirca 120 migranti. Richiedenti l’asilo, che s’inseriscono nel tessuto sociale, ospitati in abitazioni private e non in centri d’accoglienza.

Insomma, il famoso “se vi piacciono tanto prendeteveli a casa vostra” ha forse una risposta. Sì, possiamo tenerli a casa nostra e magari funziona, e addirittura al Cantone costa meno. Per il Ticino, nonostante l’interesse del dipartimento, la pratica non è corrente. Beltraminelli, giustamente, fa notare che ogni caso va vagliato a sé stante. Dichiara il ministro a La Regione:

“Di principio, il dipartimento che dirigo non è contrario all’affido di migranti in famiglie locali. Ma bisogna valutare per chi è salutare questa soluzione. Inoltre serve una prima fase di adattamento culturale in un centro della Croce Rossa che gestisce l’accoglienza dei minori non accompagnati.”

Ovviamente l’”affido” dipende dal migrante e dal suo vissuto, soprattutto se minorenne, ma vanno valutate anche età, caratteristiche ed attitudini della famiglia ospitante, proprio per evitare che uno slancio di buon cuore si trasformi magari in un ulteriore danno. Ricordiamo, per parlare di vile denaro, che un minore preso a carico da un foyer costa 2’200 franchi al mese (soprattutto per l’alloggio e gli educatori), mentre si riduce a 1’500 se ospitato in una casa privata.

Insomma, l’intento, seppur timido, ci sarebbe. Speriamo che questa pratica, più inclusiva e che favorisce maggiormente l’integrazione, prenda piede anche da noi. Non per buonismo, come pensano alcuni, ma semplicemente perché se una cosa costa meno e raggiuge risultati migliori, non ha senso osteggiarla.

Ti potrebbero interessare: