Ginevra, la Sinistra vince anche qui

Continua il trend delle grandi città svizzere, dove nelle metropoli che superano i 40/50’000 abitanti, l’asse politico si sta spostando decisamente in area rossoverde

Di

 

Continua il trend delle grandi città svizzere, dove nelle metropoli che superano i 40/50’000 abitanti, l’asse politico si sta spostando decisamente in area rossoverde (leggi qui).

Ne avevamo già diffusamente parlato in un altro articolo. Scrivevamo, infatti, già il 16 marzo:

“Anche qui però è interessante notare una cosa. Parlare di città con una popolazione superiore alle 20’000 unità è fuorviante. Se calcoliamo la popolazione nel suo totale, non solo le città in mano alla Destra vanno dai 20’000 abitanti di Aarau ai 43’000 di Tuhn, ma complessivamente contano solo 270’000 abitanti. Dall’altra parte la sproporzione è notevole. Le città rossoverdi quintuplicano infatti il numero con complessivamente 1 milione e 350’000 abitanti.”

A Ginevra, dunque, come nelle altre grosse aree urbanizzate, la Sinistra e i Verdi avanzano.

Qui a scapito di movimenti di destra e populisti come il Mouvement des Citoyens e l’UDC.

D’altronde è innegabile che le realtà urbane gestite da giunte rossoverdi sono più sociali e orientate verso l’ambiente e dunque più favorite dalla popolazione delle città. E quest’orientamento non è solo svizzero ma lo ritroviamo spesso anche nel resto d’Europa (leggi qui).

Ginevra incassa due seggi in più per i socialisti e quattro per i Verdi, mentre la Destra perde su tutta la linea.

Alla fine il successo rossoverde esiste semplicemente perché, per una volta, le politiche “naturali” dei due movimenti si sovrappongono bene con le esigenze dei cittadini delle città: maggiore cura delle fasce deboli, soluzioni per i problemi sociali, per l’invecchiamento della popolazione e una tutela dell’ambiente decisamente più marcata che per la Destra.

A pagarla cara sono spesso i partiti di centro. Il motivo? Le campagne estremiste dell’UDC, che spingono i centristi in preda al panico alla rincorsa, lasciano pericolosamente sguarnito il centro. Spostandosi troppo a destra, questi partiti lasciano sguarnita la retroguardia che, come in battaglia, viene attaccata dalla Sinistra che così ne corrode pezzi. Cittadini moderati che votavano al centro, si spostano così per riflesso a sinistra, più rassicurati dalla positività dell’area rossoverde che dalle paure indotte dell’estrema destra.

All’atto pratico, i rossoverdi, una volta insediati, sembrano lavorare bene, in modo logico e pragmatico, generalmente cercano accordi e soluzioni invece di fare il muso duro.

 

Ti potrebbero interessare: