Classificazione delle fidanzate del Mondiale

Di

Finalmente iniziano i mondiali! Le vere sportive sono le fidanzate.

La fidanzata stressata:

Lui si leva dalle scatole e si trasferisce davanti allo schermo gigante in piazza munito di set per la sopravvivenza e inseparabili “soci”.

Lei può sistemare la casa e buttare le cartacce delle figurine che LUI e i SUOI amici hanno lasciato sul tavolo dopo aver finito di incollare i preziosissimi adesivi sull’album. (Che poi alla fine era vero o no che sarebbe stato più facile appiccicare il calciatore in vita sul sacro libro, che trovarne la figurina?)

Finalmente la casa è libera da quei buzzurri che ruttano odore di birra e urlano possibili formazioni a caso, che manco nelle scommesse illegali si arriva a tanta straziata strategia.

Apero-cena con le amiche, lunghe telefonate, parrucchiere con calma, manicure. Nessuno che cerca calzini e mutande nel frigo e in altri punti improbabili della casa, il gabinetto pulito senza frenate e con la tavoletta abbassata, niente partita in TV e divano libero senza liti per il telecomando. UNA PACCHIA!!!

La fidanzata tifosa:

Lei organizzatissima: album finito il giorno dopo la sua uscita, bandiere acquistate già in dicembre, completini coordinati con lui (lei versione canottierina taglia 116 bambina, lui T-shirt XXL che finito il Mondiale viene buona per coprire i gerani in inverno). Bellissima coppia, un feeling così tra i due non si vedeva da quattro anni, due anni fa uno sprazzo di riavvicinamento agli Europei ma nulla di paragonabile ad oggi.

Dicevo che lei ha previsto tutto, ha comprato anche dei cuscini e degli sgabelli per eventuali amici di amici che volessero aggiungersi alla compagnia. Naturalmente tutti invitati a casa, una grande famiglia allargata dove ognuno porta qualcosa e dunque tutti portano solo birra e finisce che poi ci si accampa sul tappeto del salotto per non rischiare la patente.

La fidanzata incazzata:

Lei non capisce come ci si possa esagitare per quattro personaggi che corrono dietro ad un pallone, che poi “Oh, manco pagassero te per vincere i Mondiali! Ma prendi soldi per tutto ‘sto impegno calcistico?” E oltretutto: “Ma le fidanzate dei tuoi amici non dicono niente? Sono solo io la rompiballe? NON CI CREDO, ora le chiamo!”

Così lei da questa sera è in lutto, chissà se lui davanti allo schermo gigante conoscerà una che condividerà la stessa passione. “Ah ma voglio proprio vedere se quella sarà in grado di sopportare la palestra, il calcio, la briscola, il ritrovo della compagnia delle elementari del giovedì e la cena dai suoi la domenica.”

Comunque lei sa sempre come rovinare le serate a lui, perché, bontà sua, ha anni e anni di esperienza in campo. Libro di stregoneria alla mano la gufata alla squadra del cuore ed è subito fine dei giochi, pace e amore.

La fidanzata accondiscendente ma vendicativa:

Quella che “Va bene tutto Cicci, vai e divertiti io sono stanca.” Lui esce sereno e non sa che a casa troverà la guerra fredda. Lei silenziosa e sorridente gli farà purgare ogni secondo fuori casa, macchinerà vendette che nemmeno Ivan in Terribile. Perfida che nemmeno Bell Gunness, serial killer famosa per aver ucciso almeno 16 persone per incassarne i soldi delle assicurazioni.

Lei con il fare da svampita brucia con il ferro da stiro la sua maglietta da calcio preferita, in lavatrice è sparito un calzettone e la cosa non si spiega. Cavoli che sfortuna: martedì non puoi andare alla tua partita di Campionato veterani Trentasettesima Lega con i tuoi amici.

La fidanzata sottomessa:

Lui invita tutti i suoi amici a casa e non la avvisa. Lei arriva dal lavoro e non trova nemmeno il Chihuahua, che lui ha portato da sua sorella così che le nipotine carine potessero giocare a vestirlo e svestirlo. Alla domanda di lei sulle motivazioni di tanta crudeltà lui se ne esce con fare angelico “Eh ma amore, lo sai che Chanel (la cana) se arriva gente non smette di abbaiare e i vicini si lamentano, da mia sorella starà benissimo! Noi così non avremo rott… ehm problemi.”

Bel modo di scoprire che ci sarà gente per tutta la casa e che anche il televisore in camera dal letto sarà assediato da selvaggi che mangiano e sbriciolano ovunque!

In ultimo ma non meno importante la fidanzata dei calciatori impegnati in campo:

Lei bellissima, mai un capello fuori posto, sa tutto di moda e una fava di calcio ma sarà lì in tribuna a guardare il suo eroe impegnatissimo in questa missione umanitaria imperdibile. Seduta nella zona VIP con le altre morose, mogli, amichette dei colleghi del suo uomo a discutere di quale abito da sera indossare al party super esclusivo al quale lui non potrà esserci, per ovvie ragioni, ma lei lo rappresenterà con onore. Parleranno di yacht, di hotel extra lusso, di parrucchieri ma di sicuro delle partite no e forse alla fine chiederanno il risultato a qualcuno perché se lo sono perse. Ma che poi, loro sono pagate per presenziare? Me lo chiedo sempre e non ci dormo la notte.

Va beh, scontatissima la fidanzata italiana, che ve lo dico a fare! Comunque la cosa certa è che questo evento non passa mai inosservato e che chi più chi meno lo vive e lo subisce.

 

Ti potrebbero interessare: