Lorenzino apre le fogne

Nell’ultimo numero del Mattino, Lorenzo Quadri, da quel malandrino che è, vi propina l’ennesimo attacco a GAS. O a me, vedete voi, che io ormai faccio da parafulmine per ogni prurito del biondino.

Di

Nell’ultimo numero del Mattino, Lorenzo Quadri, da quel malandrino che è, vi propina l’ennesimo attacco a GAS. O a me, vedete voi, che io ormai faccio da parafulmine per ogni prurito del biondino.

Lorenzino malandrino parla di un funzionario del DSS, che è indagato e sospeso per violazione dell’integrità della persona. Scrive col solito pseudonimo Zio Bill, ma sappiamo che è lui, solo che non ha le palle per ammetterlo. Le sue insinuazioni sono velate come una yurta mongola, vi posto alcuni brani anche se mi costa una sofferenza psichica simile a quando pesti contro un mobile l’alluce valgo:

 “…Il funzionario in questione, non solo è tesserato P$, ma per questo partito ha anche fatto politica attiva.

Non è finita: l’uomo era infatti tra i redattori dell’ormai defunto quindicinale spazzatura sedicente satirico “Il Diavolo”: quello coordinato dal pluricondannato Corrado Mordasini. Non sappiamo se il kompagno funzionario indagato collaborasse, magari da dietro le quinte, anche con il portale-foffa dei soldatini P$ GAS (intestinale), diretto sempre da Mordasini. Vista la prossimità tra i due personaggi, non lo si può certo escludere!”

Verissimo, il funzionario in questione (di cui le persone e i giornalisti intelligenti celano il nome per rispetto alle vittime) ha collaborato per anni col Diavolo. Ma allora vogliamo ricordare quando anche tu collaboravi con noi? Prima di diventare un cattivo leghista sulla spinta del tuo babbo? Quando ti abbiamo sbattuto fuori perché eri candidato della Lega? Cosa vuoi dire, Lorenzino caro, col tuo articolo, che tutti noi del Diavolo siamo farabutti? Ma allora ci sei anche tu bello, eh già. Poi già che ci siamo stendiamo un velo pietoso su tutti i cialtroni leghisti condannati o finiti in galera, cominciamo a fare la lista? Meglio di no eh?

Che poi sei sempre lì al palo, sei un poverino, non hai argomenti per attaccarmi e tiri fuori queste storie tristi, mai un argomento serio, solo fuffa e bile, invece noi quando sculacciamo te e i tuoi lo facciamo con argomenti circostanziati e precisi, roba che dalle tue parti scarseggia. Infatti ti brucia, e tanto.

Lorenzino poi, con grande umanità e deontologia prosegue:

“Ci pare inoltre di ricordare che anche l’ex compagno di studio grafico di Mordasini sia finito nei guai con la giustizia per atti sessuali su minori.”

Eh già, vero anche questo, quella sì che è stata una storia di merda, caro Lorenzino, una storiaccia che ha fatto tanto male a tutti, e tu fai del tuo meglio per continuare a ricordarlo non tanto a me, Lorenzino, che ho le spalle larghe, ma a tutti i suoi amici e parenti ogni volta che vomiti odio su quel triste foglio verde che presiedi.

Lo fai per colpire me, perché sei un codardo. Perché io la faccia ce la metto e non mi nascondo, ho una bella famiglia, che tu hai tirato in ballo quasi tutta. Lo hai fatto sempre sul tuo giornale o sul Mattinonline con mia moglie e il mio primogenito, mancano la piccola e quello di mezzo, se vuoi ti do le foto così ti inventi qualcosa anche su di loro, che ne dici?

Purtroppo per te non faccio malversazioni, non tocco il culo alle ragazzine e non mi ciulo soldi pubblici. Che jella eh? Tu però, Lorenzino, continua a scavare, di sicuro prima o poi troverai qualcosa, che ne so, un mio lontanissimo parente che una volta ha picchiato la moglie.

 

Ti potrebbero interessare: