Mattino: Finalmente una notizia seria

Che sollievo, che consolazione, dopo anni di articolacci rabbiosi, di digrignar di denti e di sputacchi per tutto il Ticino, il Mattino della Domenica si ravvede e pubblica finalmente un articolo serio, ponderoso e suffragato da prove inconfutabili.

Di

Che sollievo, che consolazione, dopo anni di articolacci rabbiosi, di digrignar di denti e di sputacchi per tutto il Ticino, il Mattino della Domenica si ravvede e pubblica finalmente un articolo serio, ponderoso e suffragato da prove inconfutabili.

Un contributo che sviscera e mette in luce uno dei maggiori problemi che attanagliano il ticinese medio, la cui mente è notoriamente proiettata verso le stelle.

“UFO, la straordinaria esperienza dell’ex ufficiale George Salas”

Un pezzo firmato dall’inossidabile Candida Mammoliti, unica, ostinata e integerrima direttrice, membra, segretaria e cassiera del CUSI, il Centro Ufologico della Svizzera Italiana.

Che gli alieni fossero tra noi già lo sospettavamo, soprattutto guardando di sottecchi certi personaggi della Lega. La somiglianza del compianto leader con Jabba the Hut, o di Amanda Rückert con la principessa Leila, o di Michele Guerra col capo degli ewoks o di Fabio Badasci con un klingon è abbastanza evidente.

La Mammoliti, complice il foglio verde, informa l’eccitato popolo ticinese del simposio (MONDIALE!) sugli UFO tenutosi a San Marino a maggio. Lì la Candida ha intervistato il solito militare americano che gira il mondo spesato da fanatici di UFO raccontando la sua agghiacciante esperienza.

All’inizio Salas ci racconta che era un addetto ai missili e conclude il suo preludio con una frase rassicurante ma di cui non ci frega una beneamata cippa.

“(…)ero autorizzato a trattare, monitorare e anche lanciare missili nucleari della base, in caso mi fosse stato dato l’ordine di farlo. Fortunatamente non mi è mai stato dato tale ordine e di ciò ne sono molto contento.”

Un po’ meno contenta forse è la lingua italiana, ma soprassediamo, e ‘sti UFO? ‘Peta che Salas ci arriva: ci spiega che un disco volante rosso è volato sulla sua zucca e ha disattivato i suoi missili. A domanda della Mammoliti snocciola una teoria che ci lascia di stucco per l’acume con cui è formulata:

“ (…) penso che il messaggio principale sia stato: “non usate i missili e le armi nucleari in generale o vi distruggerete.”

E noi che avremmo pensato tutt’altro, immaginando messaggi del tenore: avete del ketchup che vi avanza? O ancora: dov’è il più vicino negozio Ikea che Satürnö il comodino ha perso una zampa?

Comunque da allora la vita di Salas è cambiata e oggi anche la nostra. Grazie Mattino della Domenica, grazie Candida. Da domani guarderemo il cielo con occhi diversi.

34862161_10211905033198332_8796322394936442880_o

 

Ti potrebbero interessare: