Melania che alza la cresta

Che Trump a ogni sua boutade crei malumore e scontento siamo abituati, un po’ meno lo siamo a vedere Melanie, la first lady appunto, alzare la cresta. E se è normale che a dare contro al presidente sia l’opposizione, stupisce vedere la first lady contraddire le sue politiche.

Di

Che una first lady abbia idee sue non è solo preferibile ma anche auspicabile. I presidenti democratici ci hanno abituati a donne forti, volitive con le idee bene in chiaro, donne non avvezze a fare le comparse, basti ricordare Hillary Clinton o Michelle Obama. Diversa la musica per le consorti repubblicane, ligie al loro ruolo di madri e nonne americane, che stanno discoste, dispensando come perle di saggezza al massimo la ricetta dell’american pie.

Che Trump a ogni sua boutade crei malumore e scontento siamo abituati, un po’ meno lo siamo a vedere Melanie, la first lady appunto, alzare la cresta. E se è normale che a dare contro al presidente sia l’opposizione, stupisce vedere la first lady contraddire le sue politiche. La querelle è sorta in merito all’immigrazione clandestina messicana e centroamericana e alla separazione dei bambini dai genitori, detenuti in gabbioni alla frontiera. Un’infamità anche per uno come Salvini (forse).

Il ministro della giustizia Jeff Sessions, scimmietta ammaestrata del presidente aveva cinicamente dichiarato:

“Se non vogliono essere separati dai loro figli, non dovrebbero portarli”.

Ma Melanie non ci sta. Lei che ha fatto della tutela dell’infanzia uno dei suoi cavalli di battaglia, scende in campo tramite la sua portavoce e le sue dichiarazioni, nell’ottica della presidenza, sono clamorose:

“(Melanie Trump) odia vedere bambini separati dalle loro famiglie e spera che entrambi gli schieramenti possano alla fine unirsi per ottenere una riforma migratoria di successo. – e ancora auspica – un Paese che segue tutte le leggi ma anche un Paese che governi col cuore”.

Quelle che sarebbero parole che non suscitano nessuno scalpore se dette da un senatore democratico, diventano un serio problema se a proferirle ufficalmente è la moglie del presidente che queste pratiche ha fatto adottare. Certo che strana è la recente “scomparsa” di Melania, che tanto aveva fatto mormorare e questa sua nuova e agguerrita presa di posizione, che sia una crisi di coscienza?

Comunque, Donald, se anche tua moglie ti rema contro, hai un serio problema.

 

Ti potrebbero interessare: