Salvini, tutto chiacchiere e distintivo

Salvini e la Lega mostrano i muscoli, ma ogni volta che in Europa si decide qualcosa di importante sul tema dei migranti sono assenti o si astengono.

Di

Elly Schlein è giovane. È deputata presso l’Europarlamento nel gruppo S&D(alleanza progressista dei Socialisti e democratici). Pochi sanno che è nata a Lugano nell’85, dove ha terminato anche il liceo prima di trasferirsi a Bologna, dove nel 2011 si laureata in giurisprudenza.

Una ragazza in gamba, anche famosa per la sua campagna del 2014, un esempio di utilizzo intelligente del web, che con più di 50’000 voti la porta al Parlamento d’Europa. Insomma, Elly non è propriamente l’ultima stupida. Ed è dalla sua bocca che sfocia la rabbia per le esternazioni di Salvini sui migranti, perché sì, il ministro italiano fa il muscolacciuto, ma come suo solito, a parte iniziative mediatiche, non ha fatto una beneamata cippa e così nemmeno il suo gruppo, per cercare di risolvere la situazione. Sentiamo Elly:

“La Lega non ha MAI partecipato a nessuna delle 22 riunioni di negoziato che abbiamo svolto nel corso di due anni sulla riforma di Dublino. La riforma, ricordiamolo, è necessaria per cambiare la norma in base alla quale le persone sono costrette (salvo certi casi) a chiedere l’asilo nel primo Paese dove arrivano.

La stessa norma per cui per anni altri Paesi hanno potuto rimandare in Italia migliaia di persone che non volevano tornarci, solo perché sono entrate in Europa dall’Italia.

Ah, dimenticavo, quando dopo due anni di negoziato (e da parte mia 145 emendamenti) abbiamo ottenuto questo straordinario risultato facendo votare ai due terzi del parlamento la cancellazione di quel criterio per sostituirlo con il ricollocamento automatico e permanente obbligatorio per tutti gli Stati, la Lega si è astenuta e i 5 stelle hanno votato contro. A voi il giudizio.”

Ma anche lo stesso Salvini era diventato famoso come europarlamentare per la scarsa attitudine a togliersi la paglia dal sedere:

“ Collega Salvini, è una vergogna sentirvi in aula, perché per un anno e mezzo abbiamo lavorato con i colleghi (…) e lei è l’unico che non abbiamo MAI visto in riunione. È facile dire che abbiamo prodotto aria, non è vero, abbiamo agito in favore delle piccole aziende, dei lavoratori, degli appalti pubblici sani. Come spiegherà ai suoi elettori che è un fannullone in questo parlamento, che è solo in Tv, mai in aula, mai in riunione per lavorare. È una vergogna, sei un fannullone in questo parlamento! “

Marc Tarabella, europarlamentare belga S&D

“Come al solito Salvini e altri esponenti dell’estrema destra europea non erano in aula nei momenti cruciali, chiaro che poi non sentono i discorsi e si mettono a parlare dei tostapane perché non capiscono quello che succede qui dentro. Ci sarebbe anche da domandarsi su quanto ci costano queste assenze …”

Daniele Viotti, europarlamentare PD

Questo è l’uomo forte? Queste sono le soluzioni? Macché, aprite gli occhi, questo è un altro guitto come quello che assunse il potere quasi un secolo fa. Come diceva Al Capone –De Niro ne “Gli intoccabili”: “sei tutto chiacchiere e distintivo!”

 

Ti potrebbero interessare: