Donatello Poggi: e la Bosia Mirra?

Donatello Poggi: e la Bosia Mirra?

Oggi s’è presentato in aula per l’udienza di appello Donatello Poggi, insigne nullità del panorama politico ticinese, a processo per ripetuta discriminazione razziale. Nel novembre 2012, il Poggi era stato segnalato per due articoli in cui aveva minimizzato e messo in dubbio il massacro di Srebrenica, in cui 8’000 musulmani bosniaci venero trucidati dall’esercito Serbo. Per fare divertire tutti e con la sua solita paranoia da Calimero, il Poggi si è presentato munito di un cartello…

Leggi tutto

L’invasione dell’Islam

L’invasione dell’Islam

Non so voi, io tremo tutto, gli orifizi non mi si chiudono più e ho brividi talmente forti che mi cadono ciuffi di peli da tutto il corpo. Ho visto i dati dell’Ufficio federale di statistica in merito alle religioni. 6’000, signore e signori. Patetico negarlo e inutile girarci in giro. Hanno ragione quelli che berciano all’invasione islamica come il Mésoniat. 6’000 sono le persone, nel nostro bel Ticino cattolico, a professare la fede dell’eretico…

Leggi tutto

Premio Tutankhamon

Premio Tutankhamon

Fantastica performance del reparto geriatrico della Lega/UDC/indipendenti/Noce/settenani/gruppo carnevale Grono. La simpatica armata si presenta sul Mattino della Domenica con grande pompa. Inneggiando al cambiamento, perché questo orrido Municipio sinistrorso ha fatto solo danni. Allora, iniziamo: “cambiamento, questa è la parola chiave”. Cambiamento? Parlate di quel rigommato di Bruschi? L’ennesimo furbo talmente attaccato al cadreghino da cambiare casacca con grande eleganza pur di lasciarci le chiappe attaccate? O Lelia Guscio? Che se le dai un coppino…

Leggi tutto

Auguri Brenno!

Auguri Brenno!

Brenno Martignoni è un grande. Gente come lui è letteralmente sprecata per la politica cantonale. Brenno, dovrebbe rappresentare le sue pièces a Broadway o suonare alla Carnegie Hall. Brenno meriterebbe che il suo faccione fosse colato nel bronzo e fosse incastonato nella Hall of Fame di Hollyvood, così che tutti noi potessimo, con l’affetto di sfegatati fans, camminargli sopra. Brenno Martignoni è però anche un umile che, seppur entrato in lizza per le comunali, abdica…

Leggi tutto

La refrattaria da video

La refrattaria da video

Che i luoghi comuni abbiano una radice è assodato. Come le leggende. Non è che adesso cappuccetto rosso vi suonerà alla porta, ma di sicuro una bambina con la nonna disabile divorata da una belva è esistita. Così come è una realtà che le donne non si concentrano di fronte ai film d’azione. Stessa cosa succede ai maschi se dopo i primi dieci minuti se non c’è un cadavere o un’esplosione. Il video visto a…

Leggi tutto

La tetraplegica del menù

La tetraplegica del menù

Io amo mia moglie ma ha un difetto. Che si estrinseca quando andiamo al ristorante e dobbiamo ordinare qualcosa. Non solo è un indecisa cronica, ma ha pure una serie di idiosincrasie che rasentano la patologia. È una tetraplegica del menù, una paralitica mentale della scelta. All’università di Berna hanno già chiesto di poterla esaminare ma ho detto di no. Mica è una cavia, mi sono però già messo d’accordo per una modica cifra, donerò…

Leggi tutto

Costernati dalla morte di George Michael

Costernati dalla morte di George Michael

E anche noi rimaniamo “costernati” o affranti, addolorati o prostrati. Certo per la morte di George Michael, che tra alti e bassi ha allietato la nostra vita con le sue liriche, ma anche per l’utilizzo disinvolto dei vocaboli da parte dei social. Ragazzi, con tutto il bene che vi vogliamo, controllate prima di premere il tasto enter e consegnare alla storia e al pubblico ludibrio errori da manuale. Lo strafalcione di Tio, sicuramente dovuto alla…

Leggi tutto

L’ala barricadera della Lega

L’ala barricadera della Lega

Il gruppo di Boris Bignasca con lo scarno seguito composto dall’ex morosa Aldi e dal tirapiedi Frapolli è stato denominato, perlomeno da legatv, ala barricadera. A parte che più di un’ala si tratta di un’aletta, definirla barricadera, andando a scomodare rivoluzionari latinoamericani, ci sembra un tantino esagerato. Quell’ala, pardon, aletta, è ancora più destroide di quella istituzionale. Infatti, dimenticati i poveri, i noss gent e i noss vecc, Boris e i suoi hanno bocciato il…

Leggi tutto

Lapo, quanto vorrei strangolarti

Lapo, quanto vorrei strangolarti

Quando vedi la faccia di Lapo Elkann ti monta già il nervoso. Quando vedi come si veste, coi suoi completini variopinti, i cappellini da idiota e le babbucce leopardate, il nervoso si tramuta in un disagio violento. Quando lo vedi posteggiare la sua Ferrari in doppia fila, l’istinto omicida primitivo supera la corteccia cerebrale e si affaccia belluino davanti ai tuoi occhi. Lapo Elkann è così, un imbecille ricchissimo che fa venire voglia di strangolarlo….

Leggi tutto

Rapina a mano annacquata

Rapina a mano annacquata

Rapina alla Raiffeisen di Molinazzo di Monteggio. Blocco del traffico ai valichi, posti di blocco ovunque. A cosa siamo di fronte? Al bandito Giuliano? A un’agguerrita task force criminale armata di kalashnikov e lanciagranate? A Diabolik in trasferta svizzera? No, pare che i terribili criminali che Gobbi ha cercato di blindare abbiano aggredito la banca con un lancio di liquidi. Viene il forte sospetto che avessero delle pistole ad acqua, ma in mancanza di ulteriori…

Leggi tutto
1 2