Medium interruptus e meningococco di importazione

Medium interruptus e meningococco di importazione

La settimana appena andata in onda verrà archiviata nel cassetto delle cose futili, perché quelle importanti sono state sovrastate dal voyeurismo di una società gabbata e imbonita che non sa più distinguere l’essenziale dal gossip di borgata. Da una parte l’orribile diatriba tra Marcello Foa e Marco Jermini, passata agli annali del reportage di quartiere, pronta per essere inserita nell’antologia del pessimo giornalista. La deriva egosintonica è persino comica: un giornalista (Foa) non accetta critiche…

Leggi tutto

Caro Lucibello ti scrivo (così mi distraggo un po’)

Caro Lucibello ti scrivo (così mi distraggo un po’)

Egregio signor Lucibello, sono un cittadino qualunque, uno di quelli che nel negozio che dirige non ci entra. Tuttavia sono convinto delle sue ragioni. Se il Natale appena passato è stato un flop dal punto di vista delle vendite lei non può di certo gioire. Gridarlo in pompa magna ai media, con il ricattuccio morale dei licenziamenti in arrivo, non è affatto necessario. Lei è il manager, a lei il compito di risollevare la cifra…

Leggi tutto

Che ticinese sei?

Che ticinese sei?

L’articolo con cui Candido si interroga su quanto sia opportuno dare sfoggio della propria inadeguatezza sociale dovrebbe essere inserito nelle antologie scolastiche ma, non me ne voglia l’amico Corrado, più per le reazioni che questo ha suscitato che per il testo in sé. Un intervento che pesa come un macigno: alla becera ignoranza dell’individua a cui l’articolo è ispirato ha risposto una fiaccolata virtuale di persone che hanno demonizzato i modi e i termini usati…

Leggi tutto

Ospedale Civico ed Ente ospedaliero. Chi attacca Caverzasio è leghista

Ospedale Civico ed Ente ospedaliero. Chi attacca Caverzasio è leghista

L’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) ha affidato ad un’azienda italiana, la Ipostudio architetti Srl di Firenze, l’ampliamento dell’ospedale Civico di Lugano. In rete si sono scagliati i soliti somari che prima aprono la bocca e solo raramente controllano di avere collegato gli organi necessari al discernimento, sortendo un effetto devastante suddiviso in tre parti: comportarsi come i leghisti, dare importanza alle cose ininfluenti (ovvero comportarsi ancora una volta come i leghisti) e fare figure di palta…

Leggi tutto

Guardie e Quadri

Guardie e Quadri

Lorenzo Quadri è un bravo ragazzo con due soli difetti. Crede che tutti siano stupidi e si diverte a fare la guardia. Sorveglia con fare da watchdog e monitora tutto ciò che dicono e fanno i membri dei partiti avversi, pronto a caricare la penna, prendere la mira e spararsi sui piedi. Questa volta Quadri se la prende con Beltraminelli e il PPD e ti prego, buon Gesù, fa sì che il ministro non percepisca…

Leggi tutto

5 buoni motivi per sostenere Bertoli (e uno no)

5 buoni motivi per sostenere Bertoli (e uno no)

Chi scrive è lontano dal socialismo e si è fermato al materialismo dialettico e all’empiriocriticismo. Due fasi davvero interessanti che vengono qui citate solo per escludere i leghisti dal resto della lettura. Tanto loro Bertoli non lo appoggeranno mai. Arriviamo al dunque. Ci sono (almeno) 5 buoni motivi per sostenere Bertoli in un momento assai delicato per il Cantone. E lo dice uno che per Bertoli non ha alcuna simpatia. Ciò non significa che non…

Leggi tutto

Ha ragione Righinetti (e la colpa è nostra)

Ha ragione Righinetti (e la colpa è nostra)

Nelle sue prime opere Mozart si astenne dal segnare le legature di frase, soprattutto perché il corno all’epoca era senza cilindri ma, con l’avvento delle ritorte, lo strumento poté essere riadattato (ok, questa introduzione ha lo scopo di scoraggiare i leghisti della prima ora dal continuare la lettura…) Ora inizio. Mentre il manto di critiche rivolte a Righinetti e ai suoi articoli per diversamente dotati sta piano piano scaricando a terra tutta la sua potenza,…

Leggi tutto

Qualcuno pensa di avere a che fare con degli stupidi

Qualcuno pensa di avere a che fare con degli stupidi

Fatemelo scrivere alla Mattino della Domenica: a furia di concentrarsi sui dettagli, si perde di vista il quadro d’insieme. Punto. Disegnino? La settimana appena andata in onda ha definitivamente confermato la profonda inadeguatezza della politica di Palazzo. “Prima i nostri” è propaganda à la Berlusconi. Nel 2011, nel pieno del processo Mediatrade, l’allora Presidente del consiglio italiano (per la quarta volta!) riempiva le piazze davanti ai palazzi di giustizia. Per i media erano tutti suoi…

Leggi tutto

L’immigrata che si è fatta il lifting e le minchiate del Mattino

L’immigrata che si è fatta il lifting e le minchiate del Mattino

Con squilli di tromba isterica Il Mattino riporta la notizia di un’immigrata 27enne che, giunta a Pozzallo (Sicilia) si è sentita male a causa di un lifting che ha fatto in patria alcune settimane prima di raggiungere l’Italia. Poiché è scorretto regalare click a un sito che fa della disinformazione un caposaldo, la copia dell’articolo è qui, su archive.is. L’articolo è firmato da un certo MOL che, impettito come confà ai grassi o agli ignoranti,…

Leggi tutto

Ecco come ti raggira il Mattino

Ecco come ti raggira il Mattino

Il Mattino è un fenomeno culturale e, in rete, il dibattito attorno alla qualità di ciò che propone divampa, si sopisce e poi divampa ancora senza apparente logica di regolarità. C’è chi lo ama (e non solo a destra), c’è chi lo ama meno (e non solo a sinistra) e c’è chi dice di non leggerlo anche se, quando penso a questa categoria, mi viene sempre in mente Ilona Staller. Nel 1987, quando è stata…

Leggi tutto