L’ultima presa per il culo del Conte Zio: che caschi il governo!

L’ultima presa per il culo del Conte Zio: che caschi il governo!

Ho davvero sperato che dopo i tanti insuccessi della Lega qualcuno, in Via Monte Boglia, si dedicasse a ciò che gli viene meglio, tra l’assumere frontalieri, l’andare a fare la spesa in Italia oppure litigare per la “tassa sul sacco”. Invece no. Poiché al peggio non c’è mai fine, hanno deciso di sputare in faccia ai ticinesi, colpo di coda della macchina del fango. Qualche giorno fa, il ministro di disgrazia e ingiustizia, auspicava una…

Leggi tutto

Quasi gol, Norman, quasi gol. E ora dimissioni

Quasi gol, Norman, quasi gol. E ora dimissioni

Con la sospensione della richiesta del casellario giudiziale per il rinnovo e il rilascio dei permessi, si allunga la striscia degli insuccessi politici di Norman Gobbi. Una misura inutile, fasulla e persino discriminante affossata da quel buon senso che in Ticino sembra regnare ancora. Inaccettabile che un ministro intento a incidere un’altra tacca sulla cintura degli insuccessi, si infuri con qualcuno che non sia se stesso. Si palesa ancora una volta il carrozzone di Via…

Leggi tutto

Farewell, Attilio

Farewell, Attilio

La settimana che ci siamo buttati alle spalle è stata storica. Lascia un po’ di amaro in bocca perché è una di quelle cose talmente belle che vorresti si ripetessero all’infinito, ma la logica ti insegna l’impossibilità che ciò accada. Gli svizzeri, che Dio li benedica tutti (anche quelli rigommati, che però dovranno appellarsi a una divinità naturalizzata), hanno deciso di abbandonare progressivamente l’atomo e, la “tassa sul sacco”, ha mostrato ancora una volta –…

Leggi tutto

Io sto con Quadri

Io sto con Quadri

Io sto con Quadri, perché non è colpa sua. Perché “così fan tutti”. Il Consigliere nazionale ha condiviso una bufala e metà della rete ticinese gli si è scagliato contro mostrando lo stesso odio che ha mostrato lui condividendola. Per un momento, nell’animo, tutti sono diventati leghisti. Sto con Quadri perché tutti gli studi fatti dimostrano che il cervello ha, tra le sue caratteristiche, quella di dare meno importanza e rilievo alle opinioni che annichiliscono…

Leggi tutto

Perché Beltraminelli non deve dimettersi

Perché Beltraminelli non deve dimettersi

Questo potrebbe essere il contenuto web più breve di sempre: Beltraminelli non deve dimettersi perché Gobbi non si è dimesso. Un singolo periodo che, però, contiene una visione multidimensionale. Se fossi chiamato ad approfondire il concetto, procedendo con l’ausilio di periodi brevi e di facile diffusione, sosterrei che: Beltraminelli non deve dimettersi perché la cultura ticinese preponderante, in questo particolare momento, merita amministratori pubblici del calibro di Beltraminelli Beltraminelli non deve dimettersi perché non chiedendo…

Leggi tutto

Quale scuola per i lavori di domani. Intervista a Manuele Bertoli

Quale scuola per i lavori di domani. Intervista a Manuele Bertoli

Robotica, automazione di flussi e di processi, Industry 4.0, intelligenza artificiale (AI) e deep learning sono solo alcune delle tecnologie che minano non tanto le professioni, quanto la necessità di risorse umane. Sedicenti esperti e futurologi di professione sono già in grado di scommettere che il 40% dei lavori attuali non esisterà più. Non dicono quali, non dicono quando, non dicono neppure quali dati consultano per stimare il fenomeno. È tuttavia innegabile che è già…

Leggi tutto

Lamentarsi della democrazia, in democrazia

Lamentarsi della democrazia, in democrazia

Per ogni individuo, nel corso della propria vita, arriva il momento in cui sente di avere perso. Uno stato di sfiducia generale che, per fortuna, passa. Freschissima la notizia secondo cui alcuni energumeni del DI intascavano mazzette per rilasciare permessi a chi non ne aveva i requisiti. Una notizia come tante, perché credere che nelle istituzioni non ci sia del marcio significa vivere in modo non allineato ai tempi che corrono. La cosa che segna…

Leggi tutto

Sto diventando vecchio (ma è tutto come quando avevo 10 anni)

Sto diventando vecchio (ma è tutto come quando avevo 10 anni)

Ciao. Mi chiamo Daniele, ho quasi 50 anni, 30 dei quali passati a scrivere. Ho un papà, una mamma, una moglie, un cane e un gatto. Non ho figli, perché il buon Dio ha deciso così. Tra qualche mese raggiungerò il mezzo secolo di vita e, anche se non sono da buttare via, non sono più di primo pelo. Fino a qualche anno fa la mattina scendevo dal letto brioso e attivo, doccia, colazione e…

Leggi tutto

Al peggio non c’è mai fine (ma alla fine c’è sempre qualcosa di peggio), ce lo insegna la magistratura

Al peggio non c’è mai fine (ma alla fine c’è sempre qualcosa di peggio), ce lo insegna la magistratura

La scorsa settimana Ticino Comics si è superato. La manifestazione contro i tagli è stata percepita dal Governo come un messaggio in sanscrito scritto in codice morse con inchiostro simpatico. Niente di nuovo: l’intelligenza che causa un problema non è sufficiente a risolverlo. O, per venire in contro ai sensi critici meno sviluppati, se nelle mutande esposte a Bellinzona vedi solo qualcuno che ha steso il bucato, sei un tantino fuori luogo. Male, se non…

Leggi tutto

Medium interruptus e meningococco di importazione

Medium interruptus e meningococco di importazione

La settimana appena andata in onda verrà archiviata nel cassetto delle cose futili, perché quelle importanti sono state sovrastate dal voyeurismo di una società gabbata e imbonita che non sa più distinguere l’essenziale dal gossip di borgata. Da una parte l’orribile diatriba tra Marcello Foa e Marco Jermini, passata agli annali del reportage di quartiere, pronta per essere inserita nell’antologia del pessimo giornalista. La deriva egosintonica è persino comica: un giornalista (Foa) non accetta critiche…

Leggi tutto
1 2