Io sto con Quadri

Io sto con Quadri

Io sto con Quadri, perché non è colpa sua. Perché “così fan tutti”. Il Consigliere nazionale ha condiviso una bufala e metà della rete ticinese gli si è scagliato contro mostrando lo stesso odio che ha mostrato lui condividendola. Per un momento, nell’animo, tutti sono diventati leghisti. Sto con Quadri perché tutti gli studi fatti dimostrano che il cervello ha, tra le sue caratteristiche, quella di dare meno importanza e rilievo alle opinioni che annichiliscono…

Leggi tutto

Perché Beltraminelli non deve dimettersi

Perché Beltraminelli non deve dimettersi

Questo potrebbe essere il contenuto web più breve di sempre: Beltraminelli non deve dimettersi perché Gobbi non si è dimesso. Un singolo periodo che, però, contiene una visione multidimensionale. Se fossi chiamato ad approfondire il concetto, procedendo con l’ausilio di periodi brevi e di facile diffusione, sosterrei che: Beltraminelli non deve dimettersi perché la cultura ticinese preponderante, in questo particolare momento, merita amministratori pubblici del calibro di Beltraminelli Beltraminelli non deve dimettersi perché non chiedendo…

Leggi tutto

Quale scuola per i lavori di domani. Intervista a Manuele Bertoli

Quale scuola per i lavori di domani. Intervista a Manuele Bertoli

Robotica, automazione di flussi e di processi, Industry 4.0, intelligenza artificiale (AI) e deep learning sono solo alcune delle tecnologie che minano non tanto le professioni, quanto la necessità di risorse umane. Sedicenti esperti e futurologi di professione sono già in grado di scommettere che il 40% dei lavori attuali non esisterà più. Non dicono quali, non dicono quando, non dicono neppure quali dati consultano per stimare il fenomeno. È tuttavia innegabile che è già…

Leggi tutto

Lamentarsi della democrazia, in democrazia

Lamentarsi della democrazia, in democrazia

Per ogni individuo, nel corso della propria vita, arriva il momento in cui sente di avere perso. Uno stato di sfiducia generale che, per fortuna, passa. Freschissima la notizia secondo cui alcuni energumeni del DI intascavano mazzette per rilasciare permessi a chi non ne aveva i requisiti. Una notizia come tante, perché credere che nelle istituzioni non ci sia del marcio significa vivere in modo non allineato ai tempi che corrono. La cosa che segna…

Leggi tutto

Sto diventando vecchio (ma è tutto come quando avevo 10 anni)

Sto diventando vecchio (ma è tutto come quando avevo 10 anni)

Ciao. Mi chiamo Daniele, ho quasi 50 anni, 30 dei quali passati a scrivere. Ho un papà, una mamma, una moglie, un cane e un gatto. Non ho figli, perché il buon Dio ha deciso così. Tra qualche mese raggiungerò il mezzo secolo di vita e, anche se non sono da buttare via, non sono più di primo pelo. Fino a qualche anno fa la mattina scendevo dal letto brioso e attivo, doccia, colazione e…

Leggi tutto

Al peggio non c’è mai fine (ma alla fine c’è sempre qualcosa di peggio), ce lo insegna la magistratura

Al peggio non c’è mai fine (ma alla fine c’è sempre qualcosa di peggio), ce lo insegna la magistratura

La scorsa settimana Ticino Comics si è superato. La manifestazione contro i tagli è stata percepita dal Governo come un messaggio in sanscrito scritto in codice morse con inchiostro simpatico. Niente di nuovo: l’intelligenza che causa un problema non è sufficiente a risolverlo. O, per venire in contro ai sensi critici meno sviluppati, se nelle mutande esposte a Bellinzona vedi solo qualcuno che ha steso il bucato, sei un tantino fuori luogo. Male, se non…

Leggi tutto

Medium interruptus e meningococco di importazione

Medium interruptus e meningococco di importazione

La settimana appena andata in onda verrà archiviata nel cassetto delle cose futili, perché quelle importanti sono state sovrastate dal voyeurismo di una società gabbata e imbonita che non sa più distinguere l’essenziale dal gossip di borgata. Da una parte l’orribile diatriba tra Marcello Foa e Marco Jermini, passata agli annali del reportage di quartiere, pronta per essere inserita nell’antologia del pessimo giornalista. La deriva egosintonica è persino comica: un giornalista (Foa) non accetta critiche…

Leggi tutto

Caro Lucibello ti scrivo (così mi distraggo un po’)

Caro Lucibello ti scrivo (così mi distraggo un po’)

Egregio signor Lucibello, sono un cittadino qualunque, uno di quelli che nel negozio che dirige non ci entra. Tuttavia sono convinto delle sue ragioni. Se il Natale appena passato è stato un flop dal punto di vista delle vendite lei non può di certo gioire. Gridarlo in pompa magna ai media, con il ricattuccio morale dei licenziamenti in arrivo, non è affatto necessario. Lei è il manager, a lei il compito di risollevare la cifra…

Leggi tutto

Che ticinese sei?

Che ticinese sei?

L’articolo con cui Candido si interroga su quanto sia opportuno dare sfoggio della propria inadeguatezza sociale dovrebbe essere inserito nelle antologie scolastiche ma, non me ne voglia l’amico Corrado, più per le reazioni che questo ha suscitato che per il testo in sé. Un intervento che pesa come un macigno: alla becera ignoranza dell’individua a cui l’articolo è ispirato ha risposto una fiaccolata virtuale di persone che hanno demonizzato i modi e i termini usati…

Leggi tutto

Ospedale Civico ed Ente ospedaliero. Chi attacca Caverzasio è leghista

Ospedale Civico ed Ente ospedaliero. Chi attacca Caverzasio è leghista

L’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) ha affidato ad un’azienda italiana, la Ipostudio architetti Srl di Firenze, l’ampliamento dell’ospedale Civico di Lugano. In rete si sono scagliati i soliti somari che prima aprono la bocca e solo raramente controllano di avere collegato gli organi necessari al discernimento, sortendo un effetto devastante suddiviso in tre parti: comportarsi come i leghisti, dare importanza alle cose ininfluenti (ovvero comportarsi ancora una volta come i leghisti) e fare figure di palta…

Leggi tutto
1 2