Festival della canzone politica ticinese

Festival della canzone politica ticinese

Si svolge in questi giorni a Lugano il Festival della Canzone Politica Ticinese, un evento che coinvolge i nostri governanti impegnati ad esprimere le loro doti canore sulle note di grandi successi rielaborati sulla base delle ultime notizie. In grande spolvero il Consigliere di Stato Paolo Beltraminelli, sempre sul pezzo e vicino ai giovani, che, citando Jovanotti, celebra il maltempo che alleva il problema delle polveri fini a tempo di rap: “Piovi, senti come piovi,…

Leggi tutto

La RSI diventa Al Jazzera?Stop al canone? Se lo dice D’Errico…

La RSI diventa Al Jazzera?Stop al canone? Se lo dice D’Errico…

Scorrendo il Mattinonline,pratica che compio sovente in un determinato momento della giornata, ovvero quello dedicato all’espletamento dei bisogni corporali, per il quale il suddetto sito web (perché definirlo giornale farebbe squarciare la facciata del New York Times come il velo del Tempio) svolge una funzione coadiuvante e stimolante, mi imbatto in un articolo del caro Aron D’Errico, colui che sta al giornalismo come Ronaldo sta all’hockey, l’uomo che individua nel kebab la deriva del Cantone:…

Leggi tutto

Lara Gut e quei noiosi controlli antidoping

Lara Gut e quei noiosi controlli antidoping

Diciamocelo: Lara Gut, da Comano, non fa decisamente molto per apparire simpatica, anzi, tutt’altro. Certo, si potrebbe tranquillamente soprassedere sull’aspetto umano e celebrarne i successi sportivi, ma anche da questo punto di vista determinati atteggiamenti della sciatrice non aiutano, soprattutto da parte  di un’atleta che, con la sua fama, dovrebbe essere un esempio. Veniamo al caso concreto: Lara, dopo la recente vittoria a Solden, in un piccatissimo tweet sul suo account ufficiale, cinguetta “Wow, controlli…

Leggi tutto

Fascisti international: Islom Karimov, Uzbekistan

Fascisti international: Islom Karimov, Uzbekistan

di Narses Nella nostra carrellata di fascisti, ducetti e dittatoruncoli vari ci rechiamo oggi nel cuore asiatico dell’ex URSS, esattamente in Uzbekistan, dove dal 1990 a ieri, giorno della morte, ha regnato letteralmente incontrastato Islom Karimov. Karimov, un’infanzia negli orfanotrofi sovietici e una carriera di primo piano nel Partito Comunista coronata con la carica di Presidente della Repubblica Socialista dell’Uzbekistan, dopo aver proclamato l’indipendenza del Paese dall’URSS nel 1991 veniva eletto presidente con l’86% delle…

Leggi tutto

Teodoro Nguema, Il dittatore cannibale

Teodoro Nguema, Il dittatore cannibale

di Narses Teodoro Obiang Nguema Mbasogo è un dittatore, di quelli veri, proprio da film, quelli che governano uno Staterello sperduto da qualche parte e che, se non fossero responsabili di migliaia di vittime, farebbero un po’ la figura delle macchiette per le loro stranezze. Nguema Mbasogo governa la Guinea Equatoriale, in Africa, dal 1979, quando con un colpo di Stato abbattè il governo tirannico dello zio Francisco Macìas Nguema, fatto fucilare poco dopo: quando…

Leggi tutto

Sono un giocatore di ruolo e salverò il mondo

Sono un giocatore di ruolo e salverò il mondo

di Narses Sono un giocatore di ruolo. E no, non mi vesto da poliziotto e non ho manette che pendono dal soffitto: gioco di ruolo solo in senso ludico, come migliaia di persone nel mondo, e vi presento il nostro mondo. Il gioco di ruolo, abbreviato GdR, diciamolo subito, è un passatempo parecchio da nerd: si gioca a un tavolo, armati di una scheda che sarà la carta d’identità e la fotografia del personaggio che…

Leggi tutto

Calcutta arriva a Lugano. Recensione di “Mainstream”

Calcutta arriva a Lugano. Recensione di “Mainstream”

di Narses Diciamolo chiaramente: per quanto siano dei mostri sacri, non è più il tempo di De Andrè, Guccini, De Gregori e di tutta la scuola classica del cantautorato italiano, siamo ormai lontani dalla locomotiva lanciata a bomba contro l’ingiustizia o dalla Libertà che è partecipazione o dalla poetica pacifista della Guerra di Piero; se una volta si cantava in musica l’impegno di una generazione affascinata dalle ideologie incitando alla rivolta contro l’establishment borghese, adesso…

Leggi tutto

Io, ex pendolare del binario unico

Io, ex pendolare del binario unico

di Narses Sono un ex pendolare del binario unico, in Sicilia. I miei studi universitari sono stati vissuti su quei treni lerci e stantii del profondo Sud, laddove l’attesa in una stazione dal sapore di un vecchio western era la normalità, si attendeva che transitasse il treno in direzione opposta dato che il binario era sempre quello, che lo si volesse o meno; una volta in una stazione, una volta nell’altra, la sosta era obbligata,…

Leggi tutto

Ticino, Duemilaequalcosa. 5 maggio dell’Era Prima del Governo del Popolo

Ticino, Duemilaequalcosa. 5 maggio dell’Era Prima del Governo del Popolo

di Narses Ieri ne hanno preso un altro. Uno di questi poveri disgraziati che cerca di passare il confine: il filo spinato gli aveva portato via buona parte della carne, i morsi dei cani hanno fatto il resto. Non so se fosse uno di quelli che chiamano migranti economici o forse un dissidente politico, ormai nel fiume di disperazione che preme sui nostri confini non si fanno più molte differenze. Succede ogni giorno, da quando…

Leggi tutto

Le 5 cantanti metal di cui innamorarsi… e dove invitarle

Le 5 cantanti metal di cui innamorarsi… e dove invitarle

di Narses Il Metal, come abbiamo già detto altrove, non è solo suoni violenti e voci diaboliche, anzi, uno dei sottogeneri più diffuso è, infatti, il cosiddetto Gothic-Metal, nella sua variante che potremmo chiamare  “The Beauty and The Beast Style”: si tratta di un genere nato e diffusosi principalmente nel Nord Europea, la cui caratteristica è l’unione di due voci, una maschile e una femminile, l’una in genere in Growl (per i profani: quel cantato…

Leggi tutto
1 2 3