“Prima i nostri” varca il confine

“Prima i nostri” varca il confine

Il controverso slogan ticinese “prima i nostri “sembra aver varcato i confini nazionali. La recente vicenda italiana relativa all’annullamento, da parte del TAR Lazio, della nomina di cinque dei venti direttori di importanti musei nazionali, in quanto non cittadini italiani, riaccende il dibattito sull’opportunità di impiegare lavoratori stranieri a “scapito” degli indigeni. E offre un interessante spunto per riflettere sulla situazione in Ticino. Lo scorso 25 maggio il Tribunale Regionale Amministrativo del Lazio, il TAR,…

Leggi tutto

Barikamà, una storia di yogurt e resistenza

Barikamà, una storia di yogurt e resistenza

Questa è una storia di immigrazione a lieto fine. Una di quelle talmente belle che sembrano inventate, frutto della mente di un idealista sognatore. Invece, a volte, la realtà supera la fantasia. I protagonisti di questa storia sono un gruppo ragazzi africani che hanno fatto della loro disperazione uno strumento per risollevarsi e rinascere. Suleman, trentadue anni del Mali, è l’artefice del sogno. Nel 2008 arriva con un barcone nei pressi di Siracusa senza soldi…

Leggi tutto

Quo vadis Europa? I 60 anni dei Trattati di Roma

Quo vadis Europa? I 60 anni dei Trattati di Roma

Oggi si respira un’atmosfera particolare a Roma, quella delle grandi occasioni. Il centro storico e lo spazio aereo sono bloccati e le forze dell’ordine pattugliano senza sosta i punti nevralgici della città. Cortei di auto blu presidenziali e diplomatiche sfrecciano verso il Campidoglio. E’ un giorno importante questo, non solo per la capitale d’Italia, ma anche e soprattutto per oltre 500 milioni di cittadini europei. Oggi, 25 marzo 2017, si celebra infatti il sessantesimo anniversario…

Leggi tutto

Legittima difesa o licenza di uccidere?

Legittima difesa o licenza di uccidere?

Sono le 3:40 di notte a Gugnano, frazione di Casaletto Lodigiano, in provincia di Lodi, nel cuore agricolo della Pianura Padana. La famiglia Cattaneo sta dormendo al piano di sopra della loro “Osteria dei Amis”, una di quelle accoglienti trattorie-bar di provincia, porti sicuri in cui potersi rifugiare e scambiare due chiacchiere con amici o sconosciuti nelle interminabili e fredde serate d’inverno. Improvvisamente Mario, il titolare del locale, viene svegliato da un rumore sordo proveniente…

Leggi tutto

Lettera a Stefano

Lettera a Stefano

Ciao Stefano, ne è passato di tempo. Ormai più di sette anni. Ricordi? Era uno di quei pomeriggi in cui nel resto d’Europa gli alberi iniziano a ingiallirsi, ma a Roma resiste tenacemente l’estate. Ottobrata romana la chiamano, per le gite fuori porta che un tempo si era soliti fare, ultimi scampoli di spensieratezza prima delle piogge autunnali. E forse anche tu ti sentivi leggero quel pomeriggio, mentre passeggiavi con il tuo cane nel Parco…

Leggi tutto

La “Unwort” tedesca e il pericoloso ritorno del politicamente scorretto

La “Unwort” tedesca e il pericoloso ritorno del politicamente scorretto

Come ogni anno, una giuria composta da quattro filologi e un giornalista tedeschi ha espresso il suo verdetto: la “Unwort” del 2016 è “Volksverräter”, traducibile in italiano come “traditore del popolo”. Questa singolare votazione, divenuta dal 1991 una vera e propria tradizione di fino anno alla quale i tedeschi sono molto affezionati, è promossa dalla Gesellschaft für Deutsche Sprache, la tedesca Accademia della Crusca. Gli autorevoli esperti filologi si riuniscono per nominare sia la parola…

Leggi tutto

I Cinque Stelle e Virginia Raggi sempre più smarriti

I Cinque Stelle e Virginia Raggi sempre più smarriti

È un pomeriggio di inizio anno a Roma. Il clima è mite e le strade sono quasi vuote, non ancora pervase dal solito caos nel quale la città ripiomberà al termine delle vacanze natalizie. L’atmosfera è festosa e invita a uscire di casa per godere delle meraviglie del centro storico. E proprio lì, in via della Scrofa, storica strada a due passi da piazza Navona che si snoda tra la Chiesa di San Luigi dei…

Leggi tutto