Massimo Bottura primo cuoco al mondo. Vale la pena provarlo?

Massimo Bottura primo cuoco al mondo. Vale la pena provarlo?

di Olaf È arrivata da New York la conferma che Massimo Bottura, chef patron dell’Osteria Francescana di Modena (3 stelle Michelin), è al primo posto della classifica “World’s 50 Best Restaurants 2016”. Il che significa, per gli americani, essere considerato il miglior cuoco – si può ancora dire, malgrado tutti oramai dicano chef – al mondo. Che è a qualche centinaio di chilometri da casa nostra. Vale la pena provarlo? Domanda facile, risposta difficile. Iniziamo…

Leggi tutto

Fragole, tanti dolci e un risotto

Fragole, tanti dolci e un risotto

di Olaf Vero, oramai le fragole si trovano tutto l’anno (passati i tempi di “Asterix il gallico”, fumetto anni ’60 in cui si mostrava un povero centurione che doveva percorrere tutto l’impero per trovarne un cestino), ma per chi segue le stagioni è maggio il mese in cui cominciano a maturare – quest’anno visto il tempo ritarderanno un po’, ma non importa. Dalle innumerevoli proprietà curative (udite udite donne: un sito gli assegna pure proprietà…

Leggi tutto

È primavera, tempo di aglio orsino

È primavera, tempo di aglio orsino

di Olaf La primavera è la stagione per gustare l’aglio orsino, una pianta aromatica spontanea usata da secoli in cucina e come pianta officinale. L’aglio orsino deve l’origine del suo nome, con molta probabilità, al fatto che gli orsi, concluso il letargo invernale, si nutrono in grandi quantità di questa piantina, che cresce preferibilmente nei boschi sotto i 1.000 metri d’altitudine in luoghi umidi. Dunque vicino a ruscelli, pozze d’acqua, fiumi e laghi e stagni,…

Leggi tutto

Le idee di Susanita: food art

Le idee di Susanita: food art

Piatti dorati, ceramiche preziose, stoffe voluttuose accompagnano la creazione di questi piatti. Susanita Michelle ci regala le sue composizioni, in cui i colori si inseguono felici e pacifici, in un Carnevale vivente. Coriandoli di melograno, pennacchi di rambutan e polpe di mango, uniti in composizioni che rasserenano l’anima. Una food art tutta da gustare.

Leggi tutto

Anche in Svizzera il vero burro deve essere protetto

Anche in Svizzera il vero burro deve essere protetto

di Olaf Il burro a latte crudo di alta qualità in Svizzera è ormai raro: la legislazione igienico sanitaria e le esigenze produttive dei grandi caseifici stanno relegando questa produzione ai minimi storici. Sembra impossibile in un paese che ha nel burro la base della propria cucina: eppure sulle tavole arrivano praticamente solo burri standardizzati, che mancano di fragranza e di intensità e che risultano poco adatti ad essere consumati crudi. Il problema fondamentale risiede…

Leggi tutto

Wine sharing, per condividere rarità inarrivabili

Wine sharing, per condividere rarità inarrivabili

di Olaf Il vino è passione, e come tutte le passioni deve essere coltivata. E bene. Piccolo problema, da una ventina d’anni a questa parte le bottiglie di un certo livello costano un occhio della testa. Ci hanno pensato prima giapponesi e americani a portare i prezzi a un livello altissimo, decuplicandoli in poco tempo; poi, non contenti di ciò, sono arrivati i cinesi e i russi a spingere determinate etichette oltre ogni limite. Di…

Leggi tutto

La cazzoeula, o la odi o la ami

La cazzoeula, o la odi o la ami

di Olaf Tempo di mazza (del maiale), tempo di cazzoeula – o cassoeula se vogliamo pronunciarla e scriverla più alla lombarda. Tant’è che proprio recentemente si è svolta in Ticino una rassegna apposita. È uno dei piatti che non conosce mezze misure – o lo odi o lo ami – e che soprattutto è ingiustamente sottostimato. Fondamentalmente è una specie di bollito o stufato misto di maiale cui si aggiungono delle verze, una specie di…

Leggi tutto

Con l’inverno, tempo di mazza tradizionale

Con l’inverno, tempo di mazza tradizionale

di Olaf La mazza del maiale, quella tradizionale, è rito antico, da svolgersi esclusivamente nei mesi freddi. Questione di tempi dell’allevamento del maiale, questione soprattutto di sanità della carne, ché il clima freddo la preserva meglio da alterazioni e malattie (secondo voi per quale motivo il maiale nei Paesi caldi è considerato immangiabile e/o impuro? Religione? Ma fatemi il piacere…). Va da sé, ogni regione ha i suoi tempi. Nel Giura ad esempio la mazza…

Leggi tutto

Il vino vegano? Moda inutile e pure un po’ idiota

Il vino vegano? Moda inutile e pure un po’ idiota

di Olaf È l’ultima frontiera dell’enologia, fatta per venire incontro a una fetta di pubblico sempre più vasta: il vino vegano, ossia fatto ed elaborato senza alcun additivo di origine animale. Una moda, inutile come spesso sono le mode, e pure un po’ idiota, caratteristica anche questa delle mode, visto che rischia pure di danneggiare la qualità dei prodotti. Spieghiamoci subito: che il vino sia un prodotto totalmente vegetale è fuori di dubbio, visto che…

Leggi tutto

Le idee di Susanita (Parte 1)

Le idee di Susanita (Parte 1)

Susanita deve essere un po’ fuori dagli schemi, all’insegna della follia allegra e piena di energia. È una di quelle persone di cui pensiamo “Le manca una rotella”, ma in fondo ne siamo invidiosi. Artista eclettica, vive a Lugano e pone nell’amore per il cibo vegetariano la sua anima artistica, creando, anche per i suoi figli, piccoli capolavori di effimera estetica. Piatti colorati, montagne di frutta, pinnacoli di verdure e selciati di cereali. A voi scoprire…

Leggi tutto
1 2 3 4