Sanremo e l’addio al pudore

Sanremo e l’addio al pudore

di Samuel Abulafia “Voi fate sogni ambiziosi, successo, fama, ma queste cose costano ed è qui che si comincia a pagare… col pudore” oserei dire parafrasando la sigla di una nota serie anni ottanta alla quale si sono ispirati i primi talent anche in Italia. Ma l’argomento è #SANREMO2016, questo format di trasmissione televisiva di ultima generazione dove non vince chi gareggia, ma chi fa l’ospite. Il conduttore, un tipo abbastanza oscuro… (vabbè concedetemelo, che…

Leggi tutto

Quando il Metal diventa Folk

Quando il Metal diventa Folk

di Marco Narzisi Dici “Metal” e tutti pensano a chiome fluenti, borchie e cuoio nero, suoni violenti, voci maligne o crudeli, temi satanici o blasfemi. Ma c’è anche tanto altro. Prendi il suddetto Metal e uniscilo a ritmi e strumenti tradizionali dei vari Paesi d’origine delle band, e voilà: ecco il Folk Metal, o Pagan Metal come molti lo definiscono soprattutto in riferimento ai gruppi nordeuropei e ai loro richiami alle antiche radici. Il Folk…

Leggi tutto

Buon viaggio. E grazie di tutto

Buon viaggio. E grazie di tutto

di Jacopo Scarinci Consola fino a un certo punto che le leggende non muoiano mai, quando guardando fuori dalla finestra guardi il cielo e inizi a focalizzarti, a renderti davvero conto che David Bowie non c’è più, non pubblicherà più nessun disco, non è più una delle vite più belle, influenti, geniali di questa Terra. Consola fino a un certo punto perché quando uno è una leggenda, e lui lo era, entra delicatamente in tante…

Leggi tutto

Martha’s Laundry – “Hold your breath”, un disco da ascoltare

Martha’s Laundry – “Hold your breath”, un disco da ascoltare

di Marco Narzisi Ci vuole coraggio a suonare dark wave in Ticino nel 2015, a rievocare i fantasmi di gruppi come i Joy Division e gli epigoni New Order, che ormai dicono ben poco a chi non segue il genere con passione. A quanto pare i Martha’s Laundry di coraggio e passione ne hanno da vendere e ci offrono questo “Hold Your Breath” che, pur riprendendo stili e sonorità profondamente radicati negli anni ’80, suona…

Leggi tutto

C’erano una volta i Coldplay

C’erano una volta i Coldplay

di Jacopo Scarinci Senza girarci tanto attorno, il nuovo disco dei Coldplay, “Adventure of a Lifetime”, è una ciofeca. Non che ci si aspettasse chissà cosa, visto che non fanno qualcosa di buono da “Viva La Vida or Death and All His Friends” e correva l’anno 2008, ma la speranza un po’ illusoria l’avevamo. Si preme play e ci si trova nella brutta, bruttissima copia di un disco degli U2. Nemmeno uno qualsiasi: il giro…

Leggi tutto

Belong, Common Era (Kranky, 2011)

Belong, Common Era (Kranky, 2011)

di Gianni Ramoni – Mamma, voglio l’oscurità dei Joy Division, lo zucchero pop dei Cure e i riverberi disorientanti dei My Bloody Valentine! – Ma, caro, sono tre desideri in uno! (Scuotendo la testa) Incontentabili, i ragazzi di oggi. – Ah sì, solo tre? Allora aggiungici le pulsazioni minimali del krautrock! Per le mamme che non vogliono far mancare nulla ai loro figlioli, la soluzione c’è e s’intitola Common Era. È il frutto delle menti…

Leggi tutto

Ha ragione da vendere, Noel Gallagher

Ha ragione da vendere, Noel Gallagher

di Jacopo Scarinci Noel Gallagher, oltre a essere colui che accompagna la mia vita da quando, a sette anni, ascoltai per la prima volta “Don’t look back in anger”, è soprattutto un uomo che dice sempre il cazzo che vuole, fregandosene di ogni possibile conseguenza. Che, se fossimo tutti un po’ così, quella schifosa malattia che è l’ipocrisia verrebbe debellata all’istante da questo pianeta. L’ultima dichiarazione l’ha dedicata a quel fenomeno da baraccone che sono…

Leggi tutto

Charlie Roe & The Washing Machine

Charlie Roe & The Washing Machine

di Narses Premessa: parlando di band ticinesi mi sembra di notare a volte un certo provincialismo, di vedere lodi sperticate a qualunque artista solo perché ticinese, a prescindere dal genere e dall’effettiva qualità della musica, che, a onor del vero, in genere è abbastanza elevata, anche se forse a tratti manca un po’ di originalità. Charlie Roe & The Washing Machine, invece, le lodi se le meritano tutte, e sincere, sia per quanto riguarda la…

Leggi tutto
1 2 3