La memoria corta di Eranio

La memoria corta di Eranio

di Jacopo Scarinci Stefano Eranio l’ha fatta fuori dal vaso. Commentando alla RSI una vaccata difensiva del romanista Antonio Rüdiger, ha detto che è normale succeda poiché i giocatori di colore saranno sì tecnici, ma che, appunto perché di colore, a livello di concentrazione lasciano a desiderare. Dell’affermazione palesemente razzista si è già occupata la RSI stessa, facendo coriandoli del suo contratto e indicandogli l’uscita. Ci vuole qualcuno, però, che faccia capire ai lettori la…

Leggi tutto

L’hockey come il calcio?

L’hockey come il calcio?

di Jacopo Scarinci Lugano e Ambrì Piotta non sono partiti bene. Ultimi pari con il neopromosso Langnau i bianconeri, un punto sopra loro i Leventinesi, ringalluzziti dalla vittoria corsara a Kloten di martedì. I motivi possono essere tanti. Il Lugano, che giocherà la coppa Spengler nella pausa natalizia e che viene dalla bruciante eliminazione ai quarti di finale dello scorso campionato, avrà sicuramente cambiato qualcosa in fatto di preparazione. Non si spiegano in altro modo…

Leggi tutto

Codini di violenza

Codini di violenza

di Aspasia Sabato sera. Partita di campionato minore. Di fronte una squadra del Sopraceneri e una del Sottoceneri. Pochi spettatori sugli spalti. A fare da guardalinee due “borghesi”: uno di una squadra, uno dell’altra. Quello vicino agli spalti è della squadra ospite: un efebo dai capelli raccolti in un lungo codino. Il suo grado di aggressività è pazzesco. Insulti e parolacce per tutto e tutti. In particolare contro l’arbitro. Fino a quando uno spettatore, infastidito,…

Leggi tutto

L’Ambrì, il Lugano e la fine della poesia

L’Ambrì, il Lugano e la fine della poesia

di Gherardo Caccia È ricominciato il campionato svizzero di hockey, da qui ad aprile del calcio ce ne fregherá poco o niente, il Ticino torna a dividersi tra bianconeri e biancoblu e poi… il derby! Mi ricordo da ragazzo come lo si aspettava, il derby, l’unica partita che vedevi alla tele (le altre tutte in radiocronaca). Gli sfottò del dopo partita potevano durare settimane, anche perché di derby ce n’erano al massimo quattro, esclusi i…

Leggi tutto

Il calcio che ci piace

Il calcio che ci piace

di Jacopo Scarinci È un periodo meraviglioso per chi, come me, sostiene fermamente che con il calcio e lo sport si possano nutrire e descrivere cultura, società, valori. È vero: a volte bisogna scavare per trovare della poesia, e magari, sconfortati, si finisce a leggere dell’Arsenal raccontato da Nick Hornby in “Febbre a 90”. In questi giorni, per fortuna, ci ha pensato la semplice cronaca a spiegare come il calcio sia un bellissimo ed efficace…

Leggi tutto
1 8 9 10