Il weekend di calcio tra il falletto di Felipe Melo, la birra di Maccarone, il Real Madrid formato “Podemos” e Ibra cadabra

Il weekend di calcio tra il falletto di Felipe Melo, la birra di Maccarone, il Real Madrid formato “Podemos” e Ibra cadabra

di Jacopo Scarinci Il calcio è uno sport di contatto, se non si vogliono i falli si monti una rete e si giochi a pallavolo. Lunga vita all’eroe Felipe Melo che si mette a far kung fu condannando l’Inter alla sconfitta, comunque molto meglio di un Montolivo che inciampa da solo sul pallone. Applausi a scena aperta per Massimo “Big Mac” Maccarone che col suo Empoli dei miracoli dopo aver segnato a Bologna si è…

Leggi tutto

Se salta pure Mourinho…

Se salta pure Mourinho…

di Jacopo Scarinci Da “Special one” a “Sacked one”, nel giro di pochi mesi. José Mourinho, l’uomo di calcio più amato e odiato degli ultimi quindici anni, è stato licenziato ieri da quel Chelsea che ha sempre sentito come una seconda famiglia, ed è stato allontanato da quella Premier League che è sempre stato il suo ambiente naturale. Son stati mesi al di là della metafisica quelli che sono passati dall’ennesimo trionfo, il campionato vinto…

Leggi tutto

Tu quoque telecronista L. Z.

Tu quoque telecronista L. Z.

di Libano Zanolari Per anni ho sperato a tal punto nella domanda posta da Sergio (“e tu dov’eri?”) da pensare a uno stratagemma in fondo innocente: fingere un interlocutore (inesistente) per rispondere a me stesso. Mai osato farlo. Ma ecco che la domanda spunta per davvero (qui, nello spazio dei commenti) nella sua terribile semplicità: non è il “tu quoque” di Cesare al diletto Bruto che lo uccide, ma poco ci manca. Ma come: quantificando di “straordinarie” certe prestazione che…

Leggi tutto

Il weekend di calcio tra Armando Ceroni, il Tavor della Juventus, Mihajlovic sulla graticola e il magico Bournemouth

Il weekend di calcio tra Armando Ceroni, il Tavor della Juventus, Mihajlovic sulla graticola e il magico Bournemouth

di Jacopo Scarinci Il Köniz era quel che era, l’atteggiamento del Lugano pure e sì, anche la Coppa svizzera è quel che è. Ma passare una domenica pomeriggio con Armando Ceroni alla tele è sempre stupendo. C’hanno provato i santi e un rigore più pallido di un albino, a spingere il Basilea. Ad avere la meglio al Tourbillon è però stato il Sion, ai rigori, che se a volte sono protagonisti di ingiustizie clamorose ogni…

Leggi tutto

Europei: la rivoluzione

Europei: la rivoluzione

di Jacopo Scarinci Le qualificazioni agli Europei che si giocheranno in Francia la prossima estate hanno rivoluzionato la geografia del calcio in un modo che in pochi avrebbero potuto pronosticare. Su tutte spiccherà l’assenza dell’Olanda. Un suicidio in piena regola, quello degli Oranje, perché il potenziale era davvero enorme. Può una squadra che schiera Huntelaar, Van Persie, Depay e Sneijder non qualificarsi nemmeno agli spareggi? Evidentemente sì. Il mix tra “vecchi” e giovani rampanti non…

Leggi tutto

Libera volpe in libero pollaio

Libera volpe in libero pollaio

di Libano Zanolari Complicato? Neanche un po’, ma attenti al trucco: a capo del pollaio viene nominata, amministratrice unica, la signora Volpe. Che è assistita dalla signora Martora, nutrizionista, dall’allenatore Mr. Procione, col suo secondo Mr. Micio. E i polli? Fanno i polli, chiaro, destinati alla padella: ma prima si divertono un mondo: razzolano nel letame maturo dove i succulenti lombrichi non mancano mai, hanno le pannocchie di mais delle Ande, i chicchi di riso…

Leggi tutto

Il weekend di calcio tra l’Inter socialista, il poetico Leicester, la bastardata di Hitz e altro ancora

Il weekend di calcio tra l’Inter socialista, il poetico Leicester, la bastardata di Hitz e altro ancora

di Jacopo Scarinci Fabio Caressa, uno che qualcosa di calcio ne sa, la settimana scorsa ha detto una grandissima verità che pure noi, con poetica diversa, avevamo notato: questa è un’Inter tremendamente socialista, e la vittoria di sabato contro il Genoa ne ha dato conferma. Ha gregari come Ljajic che diventano protagonisti e un capitano come Icardi tenuto in panca altri 90 minuti dopo quelli contro la Roma. Ha garra, pochi fronzoli, è concreta e…

Leggi tutto

Spunti dal weekend tra il record di Vardy, Sturaro che sembra Scholes, il Barça che più lo picchi più vince e lo Zurigo che affonda nel derby

Spunti dal weekend tra il record di Vardy, Sturaro che sembra Scholes, il Barça che più lo picchi più vince e lo Zurigo che affonda nel derby

di Jacopo Scarinci La Juventus è in rimonta. Sa soffrire ma soprattutto è tornata a saper vincere. Se segna persino uno scarpone come Sturaro, e con un inserimento à la Paul Scholes, vuol dire che il peggio è passato. (Ps: si scherza, Paul). Rudi Garcia dopo averne prese sei al Nou Camp ha affermato sorridendo “come si dice in Francia, oggi il Barcellona era ingiocabile”. Il peggio doveva ancora arrivare, ed è arrivato travestito di…

Leggi tutto

Suarez vendica Annibale

Suarez vendica Annibale

di Gherardo Caccia Ci sono partite che rievocano cose più grandi di loro, eventi storici difficili da scrollarsi di dosso. Solo per citare uno degli esempi più eclatanti, come non ripensare alle Falkland quando nel 1986 giocarono Inghilterra e Argentina. Martedì sera tra Barcellona e Roma si è giocato un altro di questi match storici, dietro al quale c’è una storia eccezionale, vecchia di millenni. Quando Annibale Barca e Scipione l’Africano si affrontarono a Zama,…

Leggi tutto

Salvate il soldato Bolt

Salvate il soldato Bolt

di Libano Zanolari Salvare il soldato Bolt? Il caso è ben diverso rispetto a quello, vero, dell’ultimo dei quattro fratelli Ryan, James Francis, che doveva ritornare a casa su due piedi e non in una bara come i primi tre, caduti sul fronte delle Ardenne nel 1944. Così fu, al prezzo di altre vite sacrificate per salvarlo. Salvare un solo uomo aveva una valenza umanitaria e simbolica, non toccava la forza di un esercito. Nel…

Leggi tutto
1 8 9 10 11 12