“Schweizweit – Architettura recente svizzera”, una mostra da non perdere

“Schweizweit – Architettura recente svizzera”, una mostra da non perdere

Ho partecipato alla vernice della mostra “Schweizweit – Architettura recente svizzera” portata a Lugano dall’Istituto internazionale di architettura i2a e visibile all’ex Macello a Lugano, fino al 29 luglio 2017. Si tratta di una mostra itinerante curata dal museo di architettura di Basilea, che evidenzia la qualità dell’architettura svizzera, nelle sue diverse sfaccettature. Ogni architetto, dagli emergenti a quelli più rinomati, è presentato attraverso tre immagini che rispondono alle seguenti domande: Quale dei tuoi progetti…

Leggi tutto

L’Arte di raccontarla, episodi stravaganti nella storia dell’arte: Leonardo

L’Arte di raccontarla, episodi stravaganti nella storia dell’arte: Leonardo

Negli anni ’70 del 1400 una delle più rinomate Botteghe d’Arte a Firenze era sicuramente quella di Andrea Verrocchio. Nel 1475 il Monastero di San Salvi commissionò alla prestigiosa bottega una tavola raffigurante il battesimo di Cristo. Il maestro abbozzò il disegno e diede l’impostazione dei personaggi principali,il Cristo e il Battista, poi lasciò che fossero i suoi aiutanti a portare avanti l’opera, e a quanto a collaboratori, giovani ragazzi desiderosi di imparare, il Verrocchio…

Leggi tutto

Gorkj che non sa leggere

Gorkj che non sa leggere

La biblioteca delle Oblate riposa nel cuore di Firenze. Ci si arriva attraverso un chiostro, con cedri del Libano e oleandri. Da piazza Duomo sali per via dell’Oriuolo, giri a sinistra per via Portinari e ti immetti in Via Sant’Egidio: mezzo isolato e te la trovi sulla destra. Una biblioteca nell’era di internet, di Wikipedia, della morte del libro cartaceo, che senso ha ancora? Forse nessuno, o forse tanti linguaggi diversi non fatti di bytes…

Leggi tutto

L’Arte di raccontarla, episodi stravaganti nella storia dell’arte: l’allievo di Michelangelo

L’Arte di raccontarla, episodi stravaganti nella storia dell’arte: l’allievo di Michelangelo

Daniele Ricciarelli è stato un discreto artista rinascimentale. Ovvio, in quel tempo dove grandi artisti come Michelangelo, Leonardo e Raffaello la facevano da padrone, farsi strada era davvero difficile. Se eri un po’ furbo però, invece di farti nemici e avversari questi totem dell’arte, iniziavi a lavorare e collaborare con loro. Così fece il Ricciarelli, originario di Volterra, che si accasò tra gli aiutanti di Michelangelo. Fu un bravo collaboratore Ricciarelli, tanto che il maestro…

Leggi tutto

Morte nel pomeriggio

Morte nel pomeriggio

Non molti sanno che nel sud della Francia si pratica la tauromachia. Il crudo spettacolo della corrida, che ha valicato i Pirenei per unire due popoli in una sanguinaria tradizione millenaria. Ivan Fandino, torero spagnolo, è morto a 36 anni, incornato da un miura, un toro andaluso la cui razza è selezionata da secoli per la sua forza e aggressività. Prendersi una cornata in un polmone, ti crea un bel buco, devasta organi, ossa e…

Leggi tutto

L’Arte di raccontarla, episodi stravaganti nella storia dell’arte: Tintoretto a Venezia

L’Arte di raccontarla, episodi stravaganti nella storia dell’arte: Tintoretto a Venezia

Se parliamo di Venezia la prima connessione che le nostre sinapsi realizzano all’interno del nostro cervello è con San Marco, l’omonima piazza, la basilica, il campanile, il leone alato e via dicendo. Ma già dal 1260 la città lagunare non è solo San Marco, infatti da quell’anno fioriscono periodo le cosiddette Scuole. Non bisogna pensare alle scuole veneziane con l’idea di luoghi d’insegnamento, ma erano confraternite laiche, che sceglievano un Santo Protettore e alle quali…

Leggi tutto

Alice: “Per quanto tempo è per sempre?” Bianconiglio: “A volte, solo un secondo”. (Lewis Carroll)

Alice: “Per quanto tempo è per sempre?” Bianconiglio: “A volte, solo un secondo”. (Lewis Carroll)

È stato un weekend strano quello passato qualche tempo fa, mentre ero in autostrada sulla via del ritorno ho riavvolto i pensieri di quei giorni. Sono stata ad un raduno di famiglia nel sud della Francia, un raro momento dove siamo riusciti ad incontrarci quasi tutti. Provengo da una famiglia numerosa sparsa tra Francia, Svizzera e Belgio. Quando ero piccola aspettavo con ansia il momento delle vacanze per rivedere quella mia numerosa famiglia di matti….

Leggi tutto

Lo sport che non ti aspetti

Lo sport che non ti aspetti

Gli ostacoli sono nella nostra mente, se trovi chi è disposto a correre a fianco a te per abbatterli. Oggi più che mai abbiamo bisogno di modelli positivi. Siamo circondati da una società competitiva, individualista, che non ha tempo per tendere una mano verso l’altro, per stare insieme, conoscersi e imparare a convivere e collaborare. Manca il senso di comunità, di gruppo. Anche nello sport, che in teoria dovrebbe aiutare le persone a fare squadra,…

Leggi tutto

Lo scopo della scuola è quello di trasformare gli specchi in finestre (Sydney J. Harris)

Lo scopo della scuola è quello di trasformare gli specchi in finestre (Sydney J. Harris)

Ci sono alcuni gesti che dobbiamo fare per l’ultima volta: pulire la lavagna, mettere le sedie sui banchi, chiudere la cartella, uscire dall’aula per l’ultima volta in questo anno scolastico, lasciarci alle spalle i profumi, i giochi, i pennelli incrostati, la colla brillante… Ma soprattutto c’è una cosa che dobbiamo fare: salutarci tutti. Sono quei saluti pieni di abbracci e di nodi alla gola, di manine che ti stringono e baci che ti rimangono nel…

Leggi tutto

Nigel e l’angelo della morte

Nigel e l’angelo della morte

Che figo Nigel. Lo ammiro. Ho sempre pensato di andarmene così. Perché alla morte ci pensi, per forza. Nigel 62 anni e una malattia incurabile. Nigel, una persona che deve venire, come tanti altri, in Svizzera e servirsi di Dignitas per andarsene. Perché Nigel è un tipo spiritoso e positivo, ma non vuole trascinare gli ultimi mesi della sua vita in un letto immobilizzato mentre soffoca. Non vuole fissare il soffitto impotente mentre la morte…

Leggi tutto
1 2 3 4 30