Questo re dei pagliacci

Questo re dei pagliacci

di Carol Bernasconi L’altroieri la città di Lugano ha detto Sì al contributo di 750 mila franchi (suddivisi in tre anni) da versare alla Compagnia Finzi Pasca. La notizia era nell’aria da giorni e i commenti che ho sentito o letto si sono sprecati. Per il partito del “non aumenteremo le tasse/non metteremo la tassa sul sacco/pensiamo sempre al vostro bene” è stata festa grande. Quale occasione migliore per far leva sul sentimento che più in…

Leggi tutto

C’è Kultura e cültüra

C’è Kultura e cültüra

del Folletto Rosso Al motto di “Padroni in casa nostra!”, la Lega intende finalmente dare una regolata a questo Ticino sempre pronto a tradire le proprie tradizioni culturali. Non gliene può fregare di meno della compagnia teatrale di Daniele Finzi Pasca al LAC di Lugano. Cosa volete che sia l’ammirazione internazionale suscitata dalla cerimonia di chiusura delle Olimpiadi da lui ideata e diretta? O la messa in scena dell’Aida a San Pietroburgo e i tre milioni di…

Leggi tutto

L’ingrediente segreto

L’ingrediente segreto

di Artemisia Premessa: La bufala è una delle risorse più grandiose, in certe situazioni. E no, non ci riferiamo (sfortunatamente) alla deliziosa mozzarella, ma alla panzana, la voce di corridoio, la leggenda metropolitana. Un sacco di bufale ci pervade, complice l’accattivante morbosità che suscita la migliore delle indignazioni. Uno degli effetti più devastanti della bufala consiste nell’aizzare sotterraneamente paure, diffidenze e sottili razzismi. Ecco dunque il motivo scatenante di questa nuova rubrica, le Perle di…

Leggi tutto

I veri “primitivi”

I veri “primitivi”

di Jonathan Crivelli Al Museo delle culture di Castagnola sono in corso tre belle esposizioni: sul teatro cinese (fino al 10 maggio 2015), sulle diapositive giapponesi ottocentesche (fino al 25 gennaio 2015) e sull’arte aborigena contemporanea (fino al 6 gennaio 2015). Una per piano. Piccole, curate, affascinanti. Un viaggio nella bellezza e nella cultura di mondi lontani. Le opere dei moderni aborigeni sono di un fascino assoluto. “Carabattole” le aveva chiamate il defunto padrone della…

Leggi tutto

Il culo del mondo

Il culo del mondo

di Jean-Marie Reynier Per una volta non è il Ticino a fare una figura barbina sulle pagine delle grandi testate internazionali, bensì Parigi, la capitale dell’arte mondiale che in questi giorni ospita la FIAC. I moralisti bacchettoni sono ovunque e questa notte hanno vandalizzato l’installazione rappresentante un plug anale (o un albero di Natale, dipende dai punti di vista) dell’artista americano Paul McCarthy. Il caso Dadò di quest’estate ci ha dato una visibilità mai sperata…

Leggi tutto

Ma con chi lavora il SIRM?

Ma con chi lavora il SIRM?

di Marco Cagnotti È la frontiera della medicina: l’impiego delle cellule staminali per rigenerare i tessuti. Una frontiera nella quale il Canton Ticino vuole giocare un ruolo da protagonista con lo Swiss Institute for Regenerative Medicine (SIRM) di Taverne, emanazione del Cardiocentro. SIRM che sta cercando di infilarsi nella futura facoltà di medicina e nel futuro master con la stessa dignità dell’Istituto di Ricerca in Biomedicina (IRB) di Bellinzona. Ne parla diffusamente “il Caffè” in…

Leggi tutto

L’apertura mentale e l’arte del fumetto

L’apertura mentale e l’arte del fumetto

di Jacopo Scarinci Lugano, 2036. La Triplice Alleanza Elvetica è al potere da 15 anni e ai confini del territorio c’è un alto muro di protezione. Il Quartiere Maghetti è fatiscente, piazza Riforma ritrovo del partito unico di governo, la città vista dall’alto è una distesa di grattacieli. Il primo capitolo della saga “Corvi+Topi”, fumetto ideato e disegnato dal giovane ticinese Timothy Hofmann, presenta con pathos, azione e tutti gli ingredienti che hanno reso celebre…

Leggi tutto

La kultura della karne

La kultura della karne

di Jean-Marie Reynier Il nuovo partito delle tasse, quello che scrive «kultura», dalle pagine virtuali del suo organo di partito dà uno spazio importante a una figura di spicco della cultura ticinese. Si possono leggere soluzioni miracolo per il futuro del LAC, come l’apertura di un ristorante. Tante persone si stanno gargarizzando la gola con la scusa del ristorante, che a quanto pare c’è in ogni centro culturale in Europa. Non nego che mangiare bene…

Leggi tutto
1 3 4 5