10-cose-10 da ricordare dell’elezione di Cassis

10-cose-10 da ricordare dell’elezione di Cassis

Norman Gobbi ha affermato che ora con Cassis il problema dei frontalieri verrà preso più sul serio. Ok, ma non erano Quadri e Pantani quelli che non hanno sporcato la scheda perché con Cassis non cambierà niente? Sommessamente: chi vogliono prendere in giro? A far bella mostra di sé nel palco dedicato ad amici e parenti di Cassis, c’era anche il buon Moccetti. Nessuna persona si giudica dagli amici, ma due-domande-due sul nuovo Consigliere federale…

Leggi tutto

Consigliere federale Cassis, ora inizia il difficile

Consigliere federale Cassis, ora inizia il difficile

Ignazio Cassis al secondo scrutinio, con 125 voti, è stato eletto Consigliere federale. Per un latino è una buona votazione: Alain Berset nel 2011 ottenne 126 voti, sempre al secondo scrutinio; Didier Burkhalter ne ottenne 129, ma al quarto scrutinio; Guy Parmelin, membro del gruppo più numeroso delle Camere federali, ne raggiunse 138 al terzo scrutinio. Insomma, siamo nella media. Sebbene in Ticino la festa sia ai massimi occorre, smaltita la sbornia, rimettere la chiesa…

Leggi tutto

World Economic Forum, anche i ricchi piangono

World Economic Forum, anche i ricchi piangono

Credo che l’intervista rilasciata da Klaus Schwab alla Südostschweiz l’altroieri sia una delle cose più tragicomiche e paradossali che io abbia mai letto. In poche parole, il patron e fondatore del Forum economico di Davos, cioè del meeting più importante a livello mondiale che dovrebbe tracciare le linee finanziarie globali, si lamenta dei prezzi che albergatori e commercianti impongono durante lo svolgimento della manifestazione. Schwab ha confermato che fino al 2020 il Forum continuerà a…

Leggi tutto

E tu che avresti fatto?

E tu che avresti fatto?

A Essen, in Germania, sono attualmente sotto processo tre persone che una dopo l’altra, entrate in un locale bancomat per prelevare, hanno ignorato il corpo di un 83enne colpito da malore. L’uomo è stato soccorso solo dal quarto cliente, dopo 20 minuti. È morto in ospedale. Siamo provocatori, magari la gente ha paura? O forse lo hanno preso per un barbone ubriaco? E tu, lettore del Gas, onestamente, cosa pensi che avresti fatto?

Leggi tutto

Il dito di Dadò e la luna di Argo1

Il dito di Dadò e la luna di Argo1

Come al solito appena si può sparare sul personaggio pubblico tutto il resto sparisce. È quanto sta succedendo con la vicenda Argo1. Il capogruppo pipidino ha cenato gratis? Casini infiniti. E intanto passa quasi sotto silenzio il vero nocciolo della questione. Ora, siamo d’accordo: Fiorenzo Dadò ha sicuramente commesso una leggerezza. Poteva e doveva verificare chi, come e -soprattutto- perché aveva sborsato quei 150 franchi. Ma il vero problema non sono i 150 franchi. Siamo…

Leggi tutto

Civica e fronte del Sì, nervosetti?

Civica e fronte del Sì, nervosetti?

Con il comunicato della Commissione scolastica (non all’unanimità ovviamente) si consuma l’ennesima farsa che ha un disegno ben preciso: riportare la scuola in mani liberali, perché feudo storico del partitone. E così la commissione, guidata dal giovane Käppeli, attacca Bertoli lancia in resta con in mano un temperino. È più che palpabile il nervosismo dei fautori del Sì: prima di Guerra, che scriveva agli “amici” della sua paura di perdere, ora di quella fetta di…

Leggi tutto

Lega: No Billag, Sì radio italiana

Lega: No Billag, Sì radio italiana

La Lega e il Mattino ci hanno abituati a ogni tipo di incoerenza, ma quella che andiamo ad evidenziare oggi è seconda solo a quella inarrivabile dell’assumere frontalieri durante la campagna di “Prima i nostri”. Nella stessa edizione del Mattino, domenica, infatti, sono riusciti a mettere a segno una combo sensazionale: prima una pagina che incita alla No Billag con gli autorevoli pareri di esperti ed intellettuali del calibro di Lara Filippini e Alain Bühler,…

Leggi tutto

Bertoli e Zali, stessa faccia…

Bertoli e Zali, stessa faccia…

La sonda Cassini è arrivata su Saturno? Merito della Lega. La criminalità in Indonesia è crollata negli ultimi due anni? Merito della Lega. La vittoria di Cesare sui Galli? Merito della Lega. Impressionante la capacità degli amici legaioli nel prendersi i meriti di qualunque cosa possa procurare loro un vantaggio. La totale mancanza di onestà intellettuale e la spregiudicatezza che contraddistingue la cricca di via Monte Boglia non stupisce, l’etica sta alla Lega come un…

Leggi tutto

Cosa resta delle cene di Dadò

Cosa resta delle cene di Dadò

Della vicenda riguardo alle cene di Fiorenzo Dadò e compagna pagate da Argo1 esplosa di recente, sono soprattutto due le questioni che, amaramente, restano impresse. La prima è la faciloneria ormai diventata carattere distintivo di un’amministrazione cantonale – l’abbiamo visto anche con lo scandalo dei permessi –, sempre più vulnerabile e non in grado di dare il giusto peso alle cose. Non parliamo della maxi tangente Enimont, né dei diamanti di Bokassa: parliamo di 150…

Leggi tutto

La penalizzazione dei salari bassi

La penalizzazione dei salari bassi

Durante una recente trasmissione televisiva, il direttore della più importante associazione imprenditoriale ticinese ha affermato che “i ticinesi – secondo lui – preferiscono avere un salario basso per poter poi beneficiare degli aiuti pubblici per i premi della cassa malattia, piuttosto che il contrario”. Quindi il salario minimo di 21 franchi l’ora – in discussione in queste settimane – sarebbe in realtà controproducente per i lavoratori che si vedrebbero così decurtare gli aiuti pubblici. D’altro…

Leggi tutto
1 2 3 4 279