Quadri sempre ultimo, cheppalle!

Quadri sempre ultimo, cheppalle!

Interessante la classifica dei più influenti in parlamento compilata a Berna come ogni anno.  Ma ancora più interessante è la denominazione del Sonntagszeitung: se infatti troviamo Lombardi e Cassis tra i più influenti, Lorenzo Quadri si ritrova regolarmente a fare il fanalino di coda nella “flop 15” ovvero la quindicina dei 240 parlamentari che meno contano e influiscono sui lavori a Berna. Un percorso che ricorda quello di un sasso in riva alla Maggia. Sempre…

Leggi tutto

Quel paio di gambe contro l’integralismo islamico

Quel paio di gambe contro l’integralismo islamico

Ha fatto il giro del mondo il video di una giovane ragazza che su Snapchat, con il nome d’arte “Khulood”, appare in un video in cui percorre un importante sito archeologico in Arabia Saudita. Ciò che ha fatto scalpore è che la ragazza, ripresa di spalle, indossa una minigonna e una t-shirt che le lascia il ventre scoperto, abbigliamento assolutamente vietato nel regno wahabita che impone alle proprie cittadine l’obbligo di indossare l’abaya, il tradizionale…

Leggi tutto

Wermuth il boomerang

Wermuth il boomerang

Diciamolo subito: Cédric Wermuth l’ha fatta fuori dal vaso. Diciamo pure che manco si è degnato di guardare dove la stesse facendo. Il consigliere nazionale PS si è espresso via Twitter  proponendo l’albanese e il serbo croato come lingue nazionali. Un’uscita infelice, una proposta a cui molti hanno reagito come fumo negli occhi, ma di cui in realtà hanno goduto come manna dal cielo. Gli esponenti UDC hanno subito puntato il dito contro Wermuth e…

Leggi tutto

Mammone alla Bennet

Mammone alla Bennet

La spesa in Italia tiene banco come tema ormai da anni, da quando le vacche grasse se ne sono andate dalla stalla e sono sparite allegramente all’orizzonte. Discussioni su discussioni, polemiche su polemiche, pro e contro. Chi dice che è sbagliato perché non aiuta la nostra economia, chi dice che è una necessità perché i prezzi sono più bassi. L’ultimo tassello al polemicone che ormai è alto come la piramide di Cheope è una foto…

Leggi tutto

Gobbi, vittime e carnefici tutti uguali

Gobbi, vittime e carnefici tutti uguali

Tirare acqua al proprio mulino è lecito, ma fatto da un ministro che dovrebbe essere di tutti i ticinesi e non solo della Lega,è veramente ignobile. Ci si aspetterebbe perlomeno da Gobbi la correttezza dovuta al suo ruolo, ma probabilmente pretendiamo troppo. Al ministro Gobbi non interessa informare la sua gente di ciò che realmente succede in Ticino, ma piegare le statistiche ai suoi giochi elettorali. Vediamo in dettaglio perché accusiamo Norman Gobbi di disonestà…

Leggi tutto

Buonanotte Madiba

Buonanotte Madiba

Il mio primo impegno “vero” nella protesta contro qualcosa che non funzionava fu una serata al liceo. Io frequentavo ancora lo CSIA e, mentre alcuni facevano conferenze e alcuni musica, io mi cimentai in un murale sull’apartheid. Erano gli anni della pesante contestazione del regime sudafricano e del suo razzismo. Erano gli anni in cui la Svizzera si distingueva per essere l’unica a fregarsene ipocritamente dell’embargo al Sudafrica che praticavano le altre nazioni. I dorati…

Leggi tutto

Corriere – GdP, divorzio consensuale?

Corriere – GdP, divorzio consensuale?

È recente la notizia che il GdP, dopo 14 anni di sodalizio, decide di abbandonare il Corriere del Ticino. Quello che era l’impero MediaTi, comprendente, oltre al Corriere e al GdP, anche Teleticino, Ticinonews e Radio 3iii, perde un pezzo. Attenzione alle sfumature, anche se le parole sono pacate la separazione non è senza frizioni: il GdP infatti dichiara di voler essere “padrone del proprio destino” dando ad intendere che non sarà qualcun altro a…

Leggi tutto

Brexit, la retromarcia dei bufalari

Brexit, la retromarcia dei bufalari

Molti media, compreso Gas, hanno sempre denunciato l’uso politico di palesi balle. Lo hanno fatto, in tempi recenti, con le fake news create ad arte da Donald Trump e il suo staff – mirabilmente raccolte a cadenza regolare dal New York Times – , o l’anno scorso, durante la campagna elettorale per la Brexit. La più clamorosa di queste balle era la promessa dei fautori dell’uscita dall’Unione Europea di deviare le somme che andavano all’UE…

Leggi tutto

I figli del “Mattino” allo specchio

I figli del “Mattino” allo specchio

Il Mattino ci delizia con un tuonante articolo di rara disonestà intellettuale. Il tema è sempre lo stesso: per i migranti i soldi ci sono, per gli anziani no. (Qui il link su archive.is, perché la spazzatura non merita click). Mischiare i due fatti rappresenta il più becero dei populismi a cui si può rispondere solo in un modo: se lo Stato ha speso decine di migliaia di franchi per dare un’istruzione a persone che…

Leggi tutto

Il razzismo è roba da biondi

Il razzismo è roba da biondi

Pochi dubbi ci sono sulla mia fede politica. Che in fondo si riassume nella difesa dei più deboli, nella lotta al razzismo e nell’avversione ai disastri del liberismo. Il fascismo e il nazismo sono i naturali antagonisti di questo pensiero. E se per il nazismo non c’è quartiere, nella sua folle lucidità, un occhio diverso si rivolge al fascismo. Spiego. Il fascismo, regime dispotico e autoritario aveva (una volta) delle differenze fondamentali dal nazismo. Quelli…

Leggi tutto
1 2 3 4 266